VIAREGGIO. L’assemblea di Vivere Viareggio ha chiesto all’unanimità a Nino Sergiampietri di accettare il posto in consiglio Comunale che gli spettava “non da ieri – scrive il segretario Gian Carlo Ianella – ma dal giorno in cui Renzo Pieraccini passò al Pdl”.

 “L’intero gruppo ringrazia Nino – aggiunge il segretario –  per aver accettato il nostro invito, superando i problemi personali che lo avevano inizialmente indotto a rinunciare al mandato, legittimamente conferitogli dagli elettori.

 “Noi non sappiamo se e quando, alla luce degli eventi, Nino avrà la possibilità concreta di restituire voce pubblica al nostro movimento nel consesso comunale. Ma di certo, qualora ciò dovesse accadere, tutto il gruppo sarà presente al suo fianco in occasione del primo consiglio per manifestargli la propria stima ed il proprio affetto incondizionato”.
“Vivere Viareggio, come già da me ampiamente detto e scritto, si prefigge come obiettivo primario quello di contribuire a decretare la fine della pessima esperienza di governo Lunardini qualora lo stesso dovesse, in qualunque modo, ritornare in sella”.
“Dichiaro sin d’ora di essere, pertanto, totalmente indisponibile a qualunque soluzione ed a qualunque accordo, tecnico o politico, che possa consentire a questa Giunta di proseguire nel proprio cammino ed esprimo, a nome di tutto il gruppo, profondo disprezzo verso coloro che in queste ore, sia come forze politiche che come singoli esponenti, si stanno rendendo protagonisti di un miserando mercato di posti messo in piedi per salvare Lunardini”.
(Visitato 22 volte, 1 visite oggi)
TAG:
dimissioni iannella lunardini sergimpietri viareggio viveve

ultimo aggiornamento: 15-03-2012


PD: “DIRETTI VERSO LE ELEZIONI, NOI SIAMO PRONTI”

VASSALLE (FLI): “EVITARE IL COMMISSARIAMENTO PER IL BENE DELLA CITTA'”