VIAREGGIO. Il Partito Liberale guarda con preoccupazione alla posizione dell’UDC capitanato da Paolo Spadaccini e sostiene le dimissioni del sindaco Luca Lunardini. Come scrive Antonio Maria Cantieri, presidente del Oli della Provincia di Lucca:

La posizione dell’Udc è insana. Prima si straccia le vesti sfiduciando Lunardini. Poi pare disponibile a riattaccare il filo (rattoppandolo) per un paio di assessorati. Oggi invece nega al primo cittadino di Viareggio la possibilità di confrontarsi e contarsi in consiglio comunale.

Nonostante nel futuro  di questa amministrazione ci siano ancora alcuni temi “caldi” per la città: il porto (fermo da anni), il regolamento urbanistico e relative osservazioni, il piano delle alienazioni e non ultimo il bilancio comunale.

Tutti contro Lunardini? bene e allora che il sindaco della città di Viareggio confermi le sue dimissioni e se ne vada.
Evidentemente la fame e la sete di poltrone e potere che anima Udc, Fli e Vivere Viareggio deve avere la meglio sul bene della città.
Basta con questi giochetti, non ci stiamo. In fondo ha più fegato Lunardini di tutti coloro che ieri gli erano amici e oggi si attaccano ai regolamenti comunali e ai cavilli per paura che trovi i fatidici 16 voti che gli concederebbero un Lunardini bis.
Per il bene di un sindaco che rispettiamo per l’onestà intellettuale e la trasparenza crediamo di potergli dare un suggerimento non politico, e cioè di lasciare la città in mano a questa opposizione che come avvoltoi e jene vogliono mangiarne la carcassa.
E ricordiamo, a chi oggi finge di avere la memoria corta, che al momento dell’insediamento Luca Lunardini e la sua giunta hanno trovato una voragine nel bilancio”.

 

(Visitato 25 volte, 1 visite oggi)

INCARICHI A CAMAIORE. BERTOLA: “NESSUN SALDO DI FINE STAGIONE”

ISOLE ECOLOGICHE E MEZZI ELETTRICI. COME CAMBIA LA DIFFERENZIATA IN PASSEGGIATA