MASSAROSA. Abbassare l’Imu sulla prima casa dal 4,5 per mille al 3,5 per mille. Lo propone il gruppo consiliare del Pdl, proponendo anche una serie di tagli a “sprechi e sperperi” dell’amministrazione comunale.

“In pratica – spiega il capogruppo in consiglio, Fabio Francesconi – proponiamo di recuperare circa 590 mila euro, e con quelli prevedere un aliquota per la prima casa più bassa di un punto percentuale, in modo da gravare meno sulle tasche delle famiglie”.

Il Pdl chiede qundi di tagliare diverse voci: 12.800 euro per un incarico nella comunicazione, 12.200 euro per un altro incarico per la contabilità Iva,  10 mila euro dal fondo Ced, 5 mila euro per la digitalizzazione,  76 mila euro le spese della polizia municipale, 7.600 euro di riviste per gli uffici. Non ultimo di abbassare il compenso del direttore generale di 35 mila euro, e di eliminare qualche assessore per risparmiare circa 45 mila euro di stipendi.

Con questi risparmi (“aggiunti al gettito reale prodotto dall’Imu – dice Francesconi – che sarà molto superiore al previsto, visto che hanno preso come riferimento dati catastali vecchi”) secondo il Pdl sarebbe possibile ridurre di un punto percentuale l’Imu, l’imposta sulla casa.

+ leggi anche: l’intervento della Lega Nord sulle tasse

(Visitato 26 volte, 1 visite oggi)
TAG:
emendamenti francesconi imu massarosa PDL tasse

ultimo aggiornamento: 30-03-2012


BERTOLA CAPOLISTA, ECCO LA SQUADRA DELL’UDC DI CAMAIORE

NO-TAV, 29 GIUGNO E MONDO CHE VORREI CONTRO MORETTI