VIAREGGIO. La Lega Nord Toscana, sezione comunale di Viareggio, chiede alla Regione Toscana di “farsi interprete delle istanze provenienti dal territorio, in particolare dal settore degli stabilimenti balneari e della navigazione, intesa come trasporto oppure come pesca, diporto, ricerche.”

“I problemi – asserisce Alessia Brogi, segretario di sezione – sono tanti e vanno dall’aumento dei costi del carburante all’introduzione di regole e metodi di pesca fissati dall’Europa, inidonei per le specie ittiche di questo mare, dall’eccesso di burocratizzazione fino al ritiro della licenza di pesca.

“Per quanto riguarda gli stabilimenti balneari, invece, c’è il pericolo che, con la gara aperta a tutte le imprese, cioè a qualsiasi entità che esercita un’attività economica, si crei una situazione di concorrenza sleale e possa aprire le porte alla criminalità organizzata.

“La Regione Toscana – termina Brogi – ha l’obbligo di difendere gli interessi delle nostre imprese e di favorire il loro sviluppo, altrimenti dovrà prendersi la responsabilità di cancellare un settore economico e produttivo importante del litorale toscano.”

(Visitato 22 volte, 1 visite oggi)

CAMAIORE SPECIALE ELEZIONI – SFIDA TRA CANDIDATI (IL VIDEO) – SESTA PUNTATA

CORSETTI (PD): “RIPARTIAMO DAI COMUNI PER RICOSTRUIRE L’ITALIA”