FIRENZE. La lotta della Lega Nord contro Equitalia scende anche in Toscana. Il consigliere regionale Antonio Gambetta Vianna, infatti, ha presentato una mozione in Regione per “costituire e rendere operativo entro la fine del 2012 un Ente di Riscossione Regionale toscano per fornire alle Amministrazioni locali e alle società partecipate un efficace strumento per le attività di accertamento, liquidazione e riscossione dei tributi locali, sostituendo Equitalia e invitando gli Enti locali a concludere quanto prima la convenzione con questa società di riscossione”.

“Equitalia – spiega Gambetta Vianna – sta strozzando i cittadini e sta rovinando le famiglie attraverso cartelle esattoriali che arrivano a lievitare addirittura fino al 50% dell’importo dovuto.

“La cosa brutta, poi, è che, come ha giustamente detto il sindaco di Firenze Matteo Renzi, attualmente i cittadini vengono ipertassati, ma non vedono i tagli della spesa pubblica, soprattutto di quella ‘centrale’.”

Per il consigliere del Carroccio granducale, la Toscana deve “assolutamente seguire l’esempio della Regione Piemonte” e, “per far rimanere i tributi sul territorio e per guardare realmente all’equità”, deve “creare un Ente regionale unico per la riscossione diretta dei tributi, con uffici dislocati sul territorio, nell’ottica del risparmio.

“Infatti, se ogni Comune dovesse costituire un proprio Ente di Riscossione, la spesa per i Comuni lieviterebbe in termini di personale e, soprattutto, di cda. Per evitare nuovi ‘poltronifici’ – conclude Gambetta Vianna – è bene che sia la Regione a creare un unico Ente.”

(Visitato 12 volte, 1 visite oggi)

CAMAIORE SPECIALE ELEZIONI – SFIDA TRA CANDIDATI (IL VIDEO) – OTTAVA PUNTATA

ROSSETTI (RC): “SALVIAMO IL CARNEVALE E ABOLIAMO LA FONDAZIONE”