foto pomella CAMAIORE. Giampaolo Bertola 186, Riccardo Bonuccelli 192. La verifica dei verbali di alcune sezioni ha ribaltato le posizioni tra il sindaco uscente e il consigliere uscente dell’Udc. Bertola ora, se Matteucci non vince, resta fuori dal consiglio comunale.

L’equivoco nasce, a quanto pare, da un caso di omonimia. Assieme a Riccardo Bonuccelli (da sempre nell’Udc e prima nel Ccd fin dagli anni ’80) in lista per l’Udc c’era anche Giovanni Bonuccelli (presidente uscente della circoscrizione Camaiore Centro e di recente passato da Pdl a Udc). In ballo 7 voti che, a quanto pare, sarebbero stati attribuiti per errore a Giovanni, ma che in realtà erano di Riccardo Bonuccelli.

Il quale quindi arriva a quota 192 preferenze, dietro PierFrancesco Pardini, e scavalca Giampaolo Bertola con 186 preferenze. L’Udc, in caso vinca Del Dotto, avrà diritto a due consiglieri. Tre solo nel caso vinca Alberto Matteucci.

Riccardo Bonuccelli non può che essere entusiasta di aver recuperato il posto in consiglio. “Il caso di omonimia nella lista – racconta – l’ho subìto senza dire parola, quando con Bertola arrivò nel partito anche Giovanni Bonuccelli (detto Giovannino). Ero sicuro che i miei amici e la struttura portante del partito che rappresento mi avrebbero dato la preferenza. E infatti, ricontrollando i verbali, è emerso proprio questo. La gente ha premiato la mia coerenza, la mia azione convinta in difesa dei valori democratici-cristiani. Ora c’è da pensare al ballottaggio – conclude Riccardo Bonuccelli – e l’Udc deve onorare fino in fondo la mano stretta al candidato Alberto Matteucci. Io, che vinca o che perda, rimarrò in consiglio comunale, per essere a disposizione della gente che mi ha votato e di chi avrà bisogno”.

(Visitato 40 volte, 1 visite oggi)

BALLOTTAGGIO, INCONTRI FITTI IN VISTA DEGLI APPARENTAMENTI. PEZZINI ALZA IL PREZZO

RISCHIA DI FINIRE IN TRAGEDIA LA FESTA DI COMPLEANNO. BAMBINA CADE DAL TERRAZZO