(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

CAMAIORE. Accuse, controaccuse, tentativi di conciliazione. Non c’è pace in casa Udc. Dopo le dichiarazioni di Riccardo Bonuccelli, che vedeva un errore l’ingresso nell’Udc dell’ex sindaco Giampaolo Bertola, arrivano oggi le parole, conciliative, di PierFrancesco Pardini, coordinatore del partito in Versilia, e di Andrea Da Prato.

“Non ha alcun senso – esordisce Pardini – continuare a voler cercare un colpevole nella sconfitta del centrodestra alle elezioni. Le causa sono diverse. Ma di sicuro non è in casa Udc che bisogna guardare. Il partito ha retto: dal 11% del 2007 siamo scesi al 10%. L’Udc il contributo alla campagna elettorale di Matteucci e del centrodestra l’ha sicuramente portato”.

Una parola anche riguardo Giampaolo Bertola, che Pardini difende. “Credo che Bertola – dice – sia un valore aggiunto al partito, per la sua esperienza, per le sue capacità, per i suoi meriti negli ultimi 10 anni.  Il suo ingresso al partito è stato concordato con tutto l’Udc, da Camaiore alla Provincia, dagli organi regionali a Roma, con l’avallo dell’onorevole Cesa. Nei prossimi anni il suo apporto nell’attività amministrativa del partito sarà sicuramente molto importante”.

(foto Pomella)
(foto Pomella)

Andrea Da Prato è meno diplomatico, e attacca frontalmente Bonuccelli. “L’unico contrario all’ingresso di Bertola nell’Udc – dice – era l’ex consigliere Michele Rugani. Per il resto eravamo tutti ampiamente contenti di avere nel nostro partito un sindaco uscente che aveva fatto molto e molto bene per  Camaiore. Chi parla oggi – accusa Da Prato – è chi, per mesi, non si è mai visto a riunioni o cene di partito. Chi parla oggi è chi, a differenza di Alberto Iacomini e PierFrancesco Pardini, non ha certo lavorato per l’unità del partito”.

(Visitato 31 volte, 1 visite oggi)

DEL DOTTO INDOSSA LA FASCIA DA SINDACO. PER LUI OGGI DUE RIUNIONI IN PREFETTURA

BALDINI (MOV. CITTADINI): “LUNARDINI LA FACCIA FINITA, ALMENO QUESTA VOLTA”