RICCARDO BONUCCELLI: "BERTOLA NELL'UDC? È STATO UN ERRORE" - Politica Versiliatoday.it

RICCARDO BONUCCELLI: “BERTOLA NELL’UDC? È STATO UN ERRORE”

foto pomella CAMAIORE. “Da notizie di stampa è emerso di un presunto golpe a danno del candidato sindaco Matteucci con capofila l’Udc di Camaiore. Sempre da notizie di stampa pare si profilino precise responsabilità che ci faremo carico di approfondire”.

 Lo scrive il consigliere Udc Riccardo Bonuccelli, replicando alle affermazioni rilasciate a caldo ieri da Alberto Matteucci, dopo l’esito del ballottaggio e la vittoria di Alessandro Del Dotto.

 “Pare persino – aggiunge Bonuccelli – che nel mirino ci fossero, da tempo, anche il sottoscritto ed il consigliere Michele Rugani e gli amici di partito a noi vicini. Ma qualcosa evidentemente non ha funzionato e “le cose si sono incartate” come qualcuno ha dichiarato sulla stampa, ora dissociato”. Il riferimento è chiaramente a Fabrizio Pellegrini.

 “Detto questo – scrive Bonuccelli – è evidente come io, Michele Rugani, ed altri amici non solo siamo estranei a tutto ciò, ma siano stati lasciati completamente all’oscuro, fin dall’inizio, da ogni manovra politica che ha portato Bertola ed altri consiglieri comunali e di circoscrizione del Pdl ad entrare nell’Udc,  in quanto sicuri del grave errore politico che difficilmente avrebbe avuto una logica spiegazione agli occhi dei camaioresi, quando da tempo circolavano voci che all’interno del Pdl si stava perfezionando la rottura tra Matteucci e Bertola”.

(foto Pomella)
(foto Pomella)

 “Rottura che inevitabilmente, stando ai fatti, è stata trasferita dal Pdl all’Udc, tenendo all’oscuro parte del partito da ogni operazione che non avrebbe ricevuto il nostro consenso, in quanto convinti che l’unica possibilità che avevamo di vincere a Camaiore, in un quadro economico-politico nazionale difficile, era l’unità, ma quella vera, del centro-destra”.

 “I camaioresi, ieri, sono stati i veri giudici dei “golpe”o presunti tali, dei fatti e del consenso dato che con il voto democratico silenziosamente hanno voluto sentenziare ma soprattutto con il Partito delle astensioni che ha “urlato” al disagio di Famiglie che non arrivano alla fine del mese, di chi non ha lavoro e delle microaziende camaioresi che rischiano ogni giorno di chiudere i battenti”.

 “Auguro ad Alessandro – conclude Bonuccelli – ogni bene ed augurio perché possa ben lavorare nell’interesse della nostra Comunità e se l’interesse sarà condiviso non verrà meno il consenso del voto leale e moderato che intendo rappresentare nei banchi dell’opposizione”.

(Visitato 138 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 22-05-2012 11:48