VIAREGGIO. “Athos Pastechi ha deciso in assoluta autonomia di dimettersi.” A scriverlo in una nota sono coordinamento comunale e gruppo consiliare del Pdl.

“Lo ha fatto pur nel confronto corretto con il sindaco e con il partito e ad entrambi ha ribadito con fermezza la sua decisione, una decisione che prescindeva da qualsiasi valutazione giuridica, politica ed amministrativa.

“Lo doveva a sé stesso ed alla sua famiglia, lo doveva per cercare di recuperare una serenità logorata e compromessa in una vicenda lunga sette anni ed ancora destinata a protrarsi.

“Chi non conosce a fondo Athos Pastechi aveva compiuto diverse previsioni. Chi non conosce a fondo il Popolo della Libertà di Viareggio si è abbandonato a pure fantasticherie. Chi stava preparandosi a strumentalizzare ancora una volta questa vicenda è rimasto disarmato.

“Il Coordinamento Comunale ed il Gruppo Consiliare PDL, mentre rinnovavano ad Athos tutta la loro personale amicizia e l’apprezzamento per l’azione amministrativa svolta nei difficili settori che ha gestito con dedizione ed impegno quotidiano, ribadiscono la piena validità dei principi ispiratori della nostra Carta Costituzionale e lo ricordano a quanti se ne ergono costantemente a paladini, dimenticandone uno dei principali: quello della presunzione di innocenza.

“Questo principio, tra gli altri, rende il nostro Stato uno Stato di diritto, un diritto che vale e si applica a tutti, indipendentemente dalla convenienza politica. Principio per il quale non avremmo avuto difficoltà alcuna a difendere e sostenere Athos, come chiunque altro, nel proseguo della sua attività di pubblico amministratore.”

Leggi anche:
+ Le dimissioni di Athos Pastechi
+ Le dichiarazioni del sindaco Luca Lunardini

(Visitato 26 volte, 1 visite oggi)

NUOVA CASERMA DELLA MUNICIPALE, UDC: “NON ERA QUELLA LA PRIORITÀ, NON PORTERÀ MAGGIORE SICUREZZA”

IL J’ACCUSE DI ALBERTO MATTEUCCI: “IN CASA AVEVO CHI MI DAVA CONTINUE STAFFILATE ALLE SPALLE”