(foto Pomella)
(foto Pomella)

CAMAIORE. “I cambi di casacca dell’amico o compagno, non saprei come definirlo, Giuseppe Bartelloni, potrebbero essere paragonabili in gergo calcistico a quelli del noto calciatore Bobo Vieri, che nella sua lunga carriera professionistica ha militato in oltre 14 squadre in tutta Europa”. Replica così il consigliere di Per Matteucci Sindaco Marco Daddio alle parole di Bartelloni e del Psi.

“Invece di attaccare a ruota libera – scrive Daddio – l’ex consigliere Bartelloni dovrebbe fare una genesi personale, che in parte vorrei ricordargli se la mente storica non mi tradisce. Inizi politici nel Psi Camaiorese, negli anni 80, dal 1989 candidato con la Lista Pezzini x Camaiore, fino al 2002. In seguito lo vediamo candidato in Forza Italia per 5 anni, poi un breve passaggio in allenza Nazionale, poi di nuovo al Pdl, poi gruppo misto simpatizzante Flim e infine quest’anno nel Psi in appoggio alle sinistre camaioresi”.

“Si direbbe tranquillamente – ironizza Daddio – che dopo aver provato a governare Camaiore, volteggiando in tutto il panorama politico, sia tornato a casa, proprio alle sue origini. Peccato che in questo suo peregrinare non si sia accorto che il Psi che l’aveva fatto nascere, all’epoca appoggiava la giunta Dati nel penta-partito con la vecchia Dc, mentre al giorno d’oggi il suo padre politico appoggia la sinistra di Del Dotto.

“Caro Giuseppe – scrive Daddio – ti invito formalmente a rivedere con cura la tua dichiarazione sulla mia persona, in quanto la Margherita della quale io facevo parte nel 2002 era attiva politicamente nel centro democratico nel quale io, allora, mi rispecchiavo, come mi rispecchio tutt’ora nella parte democratica e moderata del centro destra. Il partito allora decise di accettare Riccardo Cima ed io ed altri, pur non condividendo, da uomini di partito che eravamo, decidemmo di rispettare le decisioni dei vertici. Credo che i dati e i numeri dell’epoca fossero inconfutabili e poco graditi alla Margherita che infatti dopo pochi mesi si sciolse e molti di noi si spostarono o verso il centro destra o verso il centro sinistra”.

“Caro Giuseppe credo di non essere stato assolutamente poco coerente, anzi rispecchio con la mia decisione attuale, la mia idea di valori cristiano democratici, vicini agli ideali del partito Popolare e della vecchia Democrazia Cristiana. Vedo molto più fuori luogo persone che in molto poco tempo hanno ricoperto ruoli di partito in tutto l’arco costituzionale. Sai quanto ti stimo come persona, ma credo che in questo caso tu, proprio tu, sia andato fuori dal vaso. Un caro abbraccio, Marco Daddio”.

(Visitato 40 volte, 1 visite oggi)
TAG:
bartelloni camaiore daddio del dotto per matteucci sindaco psi

ultimo aggiornamento: 12-06-2012


NELLO STAFF DI DEL DOTTO ENTRA ANCHE ANITA CANCELLIERE

PDL: “CHI HA SUONATO IL DE PROFUNDIS PER IL CENTRODESTRA SI È ILLUSO TROPPO PRESTO”. POI CRITICA BARTELLONI E IL PSI