(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

 CAMAIORE. Gli eventi estivi del Comune di Camaiore non sono in discussione. Lo dice l’assessore Marcello Pierucci, puntualizzando, ma non certo smentendo, quanto affermato ieri da Vt, ossia che gli eventi di Lido e Camaiore fossero “in pericolo”, causa problemi di bilancio (2 milioni di differenza tra entrate e uscite di bilancio, stando alle bozze lasciate dalla precedente amministrazione).

La situazione delle casse municipali non è affatto semplice – conferma l’assessore al bilancio Pierucci – ma non è il caso di parlare di ‘buco’: semplicemente, si fa per dire, il problema rientra nel trovare la copertura finanziaria per le manifestazioni già pubblicizzate ma inserite nella bozza di bilancio dalla precedente amministrazione senza stanziamenti specifici”.

Una cosa però è certa – specifica l’assessore – il Palio dei Rioni, il Festival Organistico ‘Città di Camaiore’, il Concorso e Festival ‘Guido Papini’, la Notte Lido Blu, Camaiore d’altri tempi – Follie di Ferragosto, la Festa dello Sport e ‘Graffiti a Casoli’ non sono a rischio. Per questi eventi la copertura economica è in fase di definizione e in

(foto Pomella)
(foto Pomella)

alcuni casi già concordata con gli uffici preposti all’organizzazione: presto potremo dare conferme in merito – prosegue Pierucci – e via via valuteremo anche altre realtà. Quando il lavoro di studio e di approfondimento sul bilancio sarà terminato fornirò tutte le informazioni ai cittadini e ai mezzi di comunicazione con un’apposita conferenza stampa. Per adesso, comunque, niente allarmismi”.

Il nostro impegno è massimo per scongiurare l’eventualità di veder saltare qualche evento del territorio. Se necessario ci saranno aggiustamenti e piccoli tagli, ma niente stravolgimenti. Ciò che sarà eventualmente tagliato – assicura l’assessore – saranno solo e soltanto le spese superflue che verranno riscontrate e in alcuni casi abbiamo già notato”.

(Visitato 19 volte, 1 visite oggi)

DISPERSI IN MARE, L’APPELLO DEL COMANDANTE VITIELLO: “CHI HA VISTO, PARLI”

DUECENTOMILA EURO PER METTERE IN SICUREZZA LE SCUOLE