Turismo in Versilia, l'analisi di Daddio

“TURISMO, SI VA AVANTI SOLO DOVE È IL PRIVATO AD INTERVENIRE. È L’ORA CHE I COMUNI FACCIANO PIANIFICAZIONE”

(foto Carlo Alberto Silicani)
(foto Carlo Alberto Silicani)

CAMAIORE. “In questo periodo storico Lido di Camaiore sta vivendo un buon periodo di presenze dal punto di vista turistico. Effettivamente risulta un calo evidente dei consumi, dovuto alla forte recessione economica che stiamo attraversando e soprattutto alla perdita di potere di acquisto delle famiglie”. Lo scrive Marco Daddio, esponente della minoranza in consiglio comunale a Camaiore e commerciante a Lido e a Viareggio.

“La Versilia – scrive – sta soffrendo in maniera incredibile la recessione, basta pensare che in queste sere andando a Viareggio o Forte dei Marmi si riesce a parcheggiare sul Viale principale.Questo aspetto è sintomatico del calo di presenze che esiste, tranne che per Lido di Camaiore che sta evidenziando segnali di ripresa legati ad una buona interpretazione turistica delle imprese balneari e delle imprese alberghiere.Infatti i dati sono positivi per buona parte del giugno scorso e per il luglio appena iniziato, anche se le previsioni per il futuro dei prossimi mesi come agosto e settembre sono decisamente preoccupanti”.
“Manca chiaramente una pianificazione degli eventi comunali, incerti fino alla fine e un’instabilità meteorologica sul futuro, che taglierebbe irreparabilmente un mese basilare per il turismo come e’ l’agosto”.

Daddio commenta anche il nostro articolo sulle presenze turistiche a Lido. “La crisi – scrive –  ha ridotto radicalmente i tempi di soggiorno delle famiglie, che oltretutto arrivano con un portafogli piu’ leggero e carico solo di tasse e pensieri sul futuro. Camaiore ha visto con lungimiranza il problema e si e’ ridimenzionata a misura di domanda turistica grazie al fiuto dei tanti imprenditori turistici locali”.
“Oggi il turismo sta evolvendo radicalmente verso il low cost e perciò molte attivita balneari e alberghiere si sono evolute verso questa direzione cercando di lasciare prezzi concorrenziali e allo stesso tempo offrire pacchetti di servizi e intrattenimenti gratuiti per i propri ospiti. Forse stiamo entrando nell’ottica romagnola, cioè garantire al turita una sorta di all inclusive che possa far rendere appetibile il nostro territorio ad oggi poco valorizzato anche nelle nostre bellezze dell’entroterra”.

 

(foto Pomella)
(foto Pomella)

“Il buon flusso turistico e’ chiaro e palese: è frutto della capacità imprenditoriale delle categorie Camaieresi che come insegna il loro DNA e’ capace di rimboccarsi le maniche e sopperire alla crisi con ottime iniziative ricche di inventiva e originalità.

“A questo punto, visto l’impegno delle attivita’ si chiede alla Nuova Stagione del Sindaco Del Dotto di iniziare a pianificare con attenzione e cura gli eventi, le manifestazioni, e gli interventi sul territorio, nell’ottica non solo estiva ma anche nel tentativo di destagionalizzare l’offerta turistica Camaiorese”.
“È inoltre opportuno visto gli allarmanti proclami sul bilancio della giunta Del Dotto, rivedere anche la posizione sulle tasse alle imprese, sull’Imu e su tutto quello che riguarda una solerte sburocratizzazione degli uffici comunali che allungano notevolmente i tempi di attesa con notevoli costi a carico dell’utente finale”.

(Visitato 19 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 12-07-2012 16:24