Standing ovation per Patti Smith a Viareggio

LA SACERDOTESSA DEL ROCK INCANTA LA CITTADELLA DEL CARNEVALE, STANDING OVATION PER PATTI SMITH A VIAREGGIO

(foto Andrea Zani)
(foto Andrea Zani)

VIAREGGIO. Il pubblico dei grandi eventi, con una standing ovation sul finale dell’esibizione, ha salutato la performance di Patti Smith a Viareggio, special guest del Festival Teatro Canzone Giorgio Gaber.

 La ‘sacerdotessa del rock’ ha proposto una versione in lingua inglese de “Io come persona”, brano di Gaber del 1994. Poi ha proposto due dei suoi più famosi successi, in versione acustica accompagnata solo da due chitarre: ‘because the night’ e ‘people have the power’. “Grazie Giorgio’, ha detto Smith dal palco, salutando il pubblico prima con uno, poi con entrambi i pugni alzati.
“Ho scelto ‘Io come persona’ – aveva detto Patti Smith poco prima di salire sul palco –  perchè mi sento vicina a questo brano. Ho sentito che si tratta di una canzone che avrei potuto scrivere io stessa. Provo una sorta di identificazione verso questo brano, è la più naturale per me da proporre perche parla per me”.
“Vedendo alcune performance di Gaber – ha aggiunto – ho notato alcune similitudini nel linguaggio del corpo e nei gesti. Mi ha affascinata. Quando l’ho visto mi ha davvero sorpresa, anche il modo in cui si vestiva, una maglietta bianca e una cravatta… Mi viene da pensare ‘E’ di Philadelphià'”. “E’ stato un bell’esempio di capacita” di ragionare e pensare”.

 Ad aprire la serata – iniziata con una canzone eseguita dal conduttore Rocco Papaleo – è stato l’esordiente Dente che ha proposto due brani degli anni ’60 di Gaber: “Noi due stupidi” e “Pieni di Sonno”, oltre ad un brano scritto dal giovane cantante. Grande interpretazione dei brani del signor G anche da parte di Nada che ha incantato il pubblico con “Ciao ti dirò” in versione swing e “Le Mani”.

  Dopo l’esibizione di Patti Smith la scena è stata di Noemi, che ha proposto i brani “il grido” e “Lo shampoo”. Poi è salito sul palco il duo Leonardo Pieraccioni-Rocco Papaleo, che ha strappato risate e applausi al pubblico della Cittadella del Carnevale di Viareggio, accorso in gran numero. I due comici hanno proposto uno degli sketch classici di Gaber, “Bambini G”, in cui Papaleo e Pieraccioni hanno preso i panni del bambino povero e del bambino ricco, e poi una reinterpretazione della canzone “Destra-Sinistra”.
  A chiudere la serata la bella voce di Samuele Bersani che ha proposto due brani impegnati di Gaber, “Il conformista” e “L’illogica allegria”.
 Questa sera (22 luglio) seconda e ultima serata del Festival Teatro Canzone Gaber. Sul palco, assieme al “padrone di casa” Rocco Papaleo, ci saranno Mario Bindi, Gigi D’Alessio, Pacifico, Max Pezzali e Syria.
(Visitato 177 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 22-07-2012 10:46