UN MEDICO LUCCHESE HA REALIZZATO IL PRIMO MANIFESTO DEL CARNEVALE DI VIAREGGIO - Carnevale di Viareggio, Varie Versiliatoday.it

UN MEDICO LUCCHESE HA REALIZZATO IL PRIMO MANIFESTO DEL CARNEVALE DI VIAREGGIO

VIAREGGIO. Una ricerca lunga e laboriosa iniziata per la passione per il Carnevale di Giuliano Olivi, che ha indotto i suoceri il professor Franco Anichini e Bianca Maria Scirè a fare ricerche dettagliate che hanno portato a scoprire, grazie anche alla preziosa collaborazione del professore tedesco Michael Von Cranach, presente ieri sera alla Croce Verde e venuto appositamente dalla Germania, che ha contribuito a scoprire che Guglielmo Lippi Francesconi a 24 anni, quando era studente di medicina, partecipò al concorso per la realizzazione del manifesto del Carnevale di Viareggio e si classificò tra i primi tre e poi successivamente la giuria prescelse il suo. Una scoperta inedita che nel corso della serata è stata annunciata dagli autori del libro.

La presentazione è stata piuttosto originale, con un racconto narrato e cantato da Antonio Melani e Linda Cerri con immagini suggestive e originali che hanno raccontato la vita del medico lucchese che è diventato poi primario dell’ospedale psichiatrico di Maggiano. Prima ancora, però, fu vice direttore della clinica psichiatrica di Nozzano dove conobbe Lorenzo Viani e successivamente Mario Tobino, che era agli inizi della professione di medico.

Insieme ai figli Pierluigi e Franco fu catturato dalle SS naziste e trovò rifugio alla Certosa di Farneta da dove riuscì a fuggire, ma purtroppo il 10 settembre del 1936 veniva ucciso dai suoi aguzzini a Forno di Massa. A 68 anni di distanza dallo svolgersi di quei tragici avvenimenti la figura del medico verrà rievocata il 10 agosto.

Proprio in questo giorno, infatti, e sempre nel 1944, nelle campagne viareggine un altro atto di umana brutalità si compiva e la famiglia francescana cittadina perdeva un suo amato confratello Fra Antonio Bargagli infatti venne ucciso in via dei Camparini da un drappello di SS, ennesimo innocente caduto vittima della furia omicida nazista.

In questa serata commemorativa che si svolgerà nel giardino del Convento di Sant’Antonio (ingresso lato via San Francesco), con la collaborazione dell’Anpi di Viareggio, interverranno il professor Franco Anichini, che da anni si occupa di Guglielmo Lippi Francesconi rievocandone la vita, Gianluca Fulvetti direttore dlel’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in Provincia di Lucca ed Armando Sestani, socio-lavoratore della cooperativa sociale Crea da anni impegnato nella divulgazione dello sterminio dei disabili attuato dal regime nazista.

(Visitato 83 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 27-07-2012 20:11