(fotoMania)
(fotoMania)

CAMAIORE. Secondo grande appuntamento con i concerti in piazza a Camaiore. Sabato 4 agosto, in piazza Diaz, torna (dopo la recente performance al Festival Gaber di Viareggio), Nada, per una tappa del suo tour nazionale.

Il concerto – nell’ambito di “Aspettando Follie di Camaiore – sarà aperto da Angiolino & His Band alle 21. Dalle 22 invece spazio alla scatenata Nada con i suoi successi migliori proposti insieme ai Criminal Jokers, band che segue tutto il tuor dell’artista. Il biglietto di ingresso costa 10 euro (prevendite, senza ulteriori aggravi, al Consorzio di Promozione Turistica di Lido o al circolo Thiasos di Camaiore, 328.6840979).

Un po’ di biografia. Nada, appena quindicenne, fa il suo esordio al Festival di Sanremo del 1969 con “Ma Che Freddo Fa”, che diventa un successo non solo in Italia ma in tutto il mondo. Seguono “Pa’ Diglielo A Ma’” (Sanremo 1970) e “Il Cuore E’ Uno Zingaro”, con cui vince il Festival di Sanremo nel 1971.

Nel 1973 dall’incontro con Piero Ciampi nasce “Ho Scoperto Che Esisto Anch’io”, un album in cui Nada interpreta i brani scritti per lei dallo stesso Ciampi, livornese come lei, già allora uno dei personaggi più geniali e al tempo stesso più ignorati della musica italiana. La scelta della cantante toscana spiazza il pubblico e la critica.

Nel 1974 esce “1930 : Il Domatore delle Scimmie”, frutto della collaborazione con la Reale Accademia di Musica, uno dei gruppi d’avanguardia del panorama musicale degli anni ’70. Nel 1976 poi è la volta di “Nada”, un album che contiene quattro brani scritti per lei da Paolo Conte, oltre a nuove composizioni di Piero Ciampi.
Negli anni successivi Nada passa dalla RCA alla Polydor e arrivano altri successi come “Pasticcio Universale”, “Dolce Più Dolce”, “Dimmi Che Mi Ami” e “Ti Stringerò”.
C’è anche la recitazione nell’universo artistico di Nada: viene scoperta per primo da Sandro Bolchi che le affida la parte di Dora Manfredi nel PUCCINI televisivo. Sempre in televisione recita nell’operetta l’Acqua Cheta, poi in teatro prima protagonista al fianco di Giulio Bosetti – attore che lei considera il suo maestro – nel Diario di Anna Frank e Pigmalione, poi con Dario Fo nell’ “Opera dello Sghignazzo” tratta dall’Opera da Tre Soldi di Brecht , infine con Marco Messeri in Amore e Vapore.
Dopo l’album del 1992 “L’Anime Nere” (scritto insieme a Venturi & Richter), nel 1994 nasce il progetto Nada Trio (un trio acustico con Fausto Mesolella e Ferruccio Spinetti degli Avion Travel) che ottiene innumerevoli apprezzamenti e riconoscimenti (dal Premio Tenco, al Festival Musicultura di Recanati), tenendo innumerevoli concerti in ‘clubs’ e teatri sia in Italia sia in Europa. Il progetto viene documentato in un CD dal titolo Nada Trio.
Nello stesso anno 1994 esce la sua prima raccolta autorizzata “ Malanima. Successi & Inediti” prodotta da Marcello Villella per la BMG.

La vera svolta fondamentale avviene pero’ nel 1999 con l’album “Dove Sei Sei” (Polygram/Universal) : interamente scritto da Nada sia per le musiche che per i testi, l’album – prodotto da Mauro Pagani – e’ trainato dalla canzone “Guardami Negli Occhi” che partecipa al festival di Sanremo di quell’anno. L’esibizione di Nada al Festival non passa inosservata: Adriano Celentano scrive parole di ammirazione per Nada sul suo disco e invita Nada nella sua trasmissione TV a cantare per lui e in duetto con lui la canzone “Il Figlio del Dolore” che inserisce nel suo album.
Nada si inventa in parallelo mille progetti che si incrociano e si fondono: nel 2000 porta in giro lo spettacolo “Piero Ciampi Sì” con Rita Marcotulli al pianoforte e Javier Girotto ai sax, e successivamente – con la stessa Marcotulli – nasce anche un progetto per musica sacra, piano e voce: “La Terra e l’Anima”.
Nel 2001 registra “L’Amore E’ Fortissimo e il Corpo No ” prodotto da Pasquale Minieri e Fausto Mesolella per Storie di Note.
Nel 2010 – dopo una collaborazione con gli Zen Circus per la traccia “Vuoti a Perdere” (contenuta nell’ultimo lavoro del gruppo pisano) – registra il nuovo CD Vampo (Infecta/Edel), prodotto insieme a Manuele ”Max Stirner” Fusaroli (fra i pià promettenti giovani produttori della scena rock italiana) tra Ferrara e i leggendari Abbey Road Studios di Londra. Uscita 12 Aprile 2011.

Da segnalare anche il concerto, gratis, di domenica, alle 21,30 con il jazz di Lombardi & Fassi, sempre in piazza Diaz.

(Visitato 423 volte, 1 visite oggi)

IMU, QUANTO INCASSA MASSAROSA? INTERROGAZIONE DEL PDL

LA MUSICA LIVE DI “UNA ROTONDA NEL BLU” PROTAGONISTA AL BAR CATTAN