(foto Said Dami)
(foto Said Dami)

CAMAIORE. Le fiamme che avevano interessato il sottobosco sopra Camaiore nel mese di marzo sono divampate nel pomeriggio di oggi (17 agosto) a circa 1.000 metri di altezza ed hanno interessato 3 mila metri di piantagione al confine tra il monte Prana e Tiglione in località Fontanelle nella frazione di Metato.

Per domare le fiamme è stato necessario l’intervento di due elicotteri, utili anche per trasportare i dieci volontari dell’Anpas e dell’Unione dei Comuni con la Protezione civile comunale, coordinata da Antonio Barsotti, e provinciale, che hanno operato a terra per domare le fiamme e provvedere poi alla bonifica del sottobosco andato a fuoco.

Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco.

Anche in questo caso, come nell’incendio precedente, la pista seguita è quella del dolo, visto che dove è avvenuto l’incendio occorre andarci appositamente. Rispetto alle estati precedenti nell’entroterra versiliese fino ad oggi gli incendi sono stati per fortuna limitati.

(Visitato 26 volte, 1 visite oggi)

FORTE DEI MARMI, LA GUARDIA DI FINANZA SMENTISCE ‘IL GIORNALE’: “NESSUN CONTROLLO AI CLIENTI DEI RISTORANTI”

MAXI SEQUESTRO DI GENERI ALIMENTARI A FORTE DEI MARMI