(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

SERAVEZZA. Che brutta sorpresa scoprire che l’amico di famiglia, quello che a volte viene anche a cena e si trattiene a chiacchierare e fare quattro risate, è la stessa persona che, di notte, si è intrufolata in casa vostra e vi ha svuotato i cassetti da gioielli e argenteria. Eppure è proprio quello che è successo ad un residente di Seravezza.

I carabinieri  di Seravezza infatti hanno scoperto e denunciato gli autori di un furto avvenuto l’8 settembre scorso in una abitazione del centro cittadino. Grazie ad una serie di attività e rilievi compiuti dai carabinieri all’interno dell’abitazione i carabinieri hanno scoperto che uno dei due autori era proprio un amico di casa della famiglia della vittima del furto.

I due ladri sono ventenni di Pietrasanta. Uno dei ragazzi oltre che conoscere le vittime era stato anche ospitato da loro e in assenza dei proprietari ha chiamato il complice, rubando oggetti in oro e di valore che si trovavano nella casa.

Per assicurarsi che i proprietari non rincasassero durante il furto il ragazzo oltre a chiamarli più volte sul telefonino cellulare trovando scuse e dicendo di essere in un altro luogo, gli dava appuntamento e s’incontrava con loro in un bar di Pietrasanta, per un caffè, proprio mentre il complice era intento a mettere a segno il furto.

È rientrato poi in casa con gli amici. E in casa ha inscenato anche la sorpresa per la casa trovata a soqquadro.

La ricostruzione dei fatti raccontata ai carabinieri non aveva convinto e dopo riscontri successivi i due giovani vistosi scoperti hanno confessato riconsegnando la refurtiva alle vittime e per loro è scattata la denuncia.

(Visitato 18 volte, 1 visite oggi)
TAG:
amico arresto carabinieri furti pietrasanta seraveza seravezza versilia

ultimo aggiornamento: 12-09-2012


COLPISCE UN COETANEO CON LA CATENA E LO RAPINA, RICERCATO DAI CARABINIERI

FURTI IN AUTO, ARRESTATI I DUE AUTORI