MARINA DI PIETRASANTA. Per ora lo sciopero indetto dai sindacati per la serata del sabato sera (domani, 29 set) è confermato. Ma la proprietà della Bussola ha fatto comunque un passo in avanti nei loro confronti. Ha infatti incaricato un legale, l’avvocato Andrea Antongiovanni, di avviare la trattativa con i lavoratori.

Stamani (28 set) c’è stato l’incontro tra l’avvocato e i rappresentanti di Cgil e Cisl. I lavoratori hanno espresso le loro richieste: impegno che la proprietà non venda, sicurezza che ci siano investimenti per rilanciare il locale, garanzia di un’occupazione minima (stimata in circa 100 serate l’anno), applicazione di un fondo speciale di assistenza sanitaria, come previsto dal loro contratto.

In queste ore l’avvocato sta riportando le istanze dei lavoratori. Domani mattina (29 set) ci sarà un ulteriore incontro tra lavoratori e avvocato, al termine del quale si capirà se le loro richieste saranno accolte e quindi lo sciopero rientrerà. O se viceversa il locale famoso in tutto il Paese (anche solo per aver lanciato Mina) rimarrà con le porte chiuse ed un piccolo presidio di manifestanti all’esterno.

(Visitato 28 volte, 1 visite oggi)
TAG:
bussola cgil cisl marina di pietrasanta mina sciopero versilia

ultimo aggiornamento: 28-09-2012


BALDINI (MOV. CITTADINI): “A TORRE DEL LAGO SERVE UNA SINERGIA COMUNE-PARCO-IMPRENDITORI”

PIETRASANTA OMAGGIA SASSOLI, DIRETTORE DELL’ASL12