VIAREGGIO. “Ormai, sinceramente, siamo arrivati ad un punto tale che c’è solo da chiedersi ‘a chi toccherà domani?’. Mi riferisco ovviamente alle rapine, ai furti e agli episodi di violenza che, giornalmente, accadono a Viareggio ed in Versilia ai danni di cittadini, case private, attività commerciali aperte al pubblico.” Lo scrive Massimiliano Baldini, leader del Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago.

“Il problema della sicurezza a Viareggio è ormai da allarme rosso e nessuno si sente più sicuro in questa città che negli ultimi anni ha avuto una escalation evidente del numero di reati ai danni della persona e del patrimonio.

“Penso alle famiglie, specialmente quelle fatte di persone anziane, sole, spesso prese di mira perchè più deboli, capaci di minor resistenza; penso alle attività che rimangono aperte la notte ma anche a quelle che commerciano beni preziosi durante la giornata, sempre più nell’occhio dei malavitosi che a Viareggio pare abbiano concentrato i loro affari.

“E le autorità non possono limitarsi a dire che i mezzi sono limitati, che le competenze sono di questo o di quello, che siamo fortunati rispetto alle città a forte concentrazione malavitosa. No, queste risposte non bastano più: Viareggio è una città a vocazione turistica e per rimanere tale deve garantire, in primo luogo, la sicurezza a chi vi abita e ai propri ospiti.

“Malgrado il massimo rispetto verso le Forze dell’Ordine, verso tutti coloro che operano sul territorio con penuria di risorse, siamo arrivati ad un punto tale che ‘i discorsi li porta via il vento’. Quindi è bene che Viareggio alzi la voce, che i suoi rappresentanti chiedano con forza l’invio di mezzi ma è bene, altresì, che vi sia una stretta di polizia e di ordine verso tutte quelle situazioni sospette ma ben conosciute da tutti.

“Che nella zona del Manhattan vi sia uno stato di degrado evidente tutte le sere noi lo diciamo da mesi e sarebbe bene si agisse con durezza verso tutti i soggetti sospetti, controllandone identità ed attività. Parimenti, nella zona del Mercato e della stazione dove le attività illegali e ‘loschi figuri’ si aggirano regolarmente. Per non parlare di Torre del Lago, all’imbrunire la terra di nessuno.

“Perché non sfruttiamo i vigili urbani che abbiamo mandandoli di pattuglia costante – e di robusta corporatura, aggiungo – a verificare le situazioni, a chiedere i documenti di chi è sospetto, a prendere notizie da chi vive nei posti più colpiti?

“Facciamo sentire la presenza forte dell’autorità, i cittadini lo chiedono a gran voce.”

(Visitato 14 volte, 1 visite oggi)

LA DESTRA: “NECESSARIO UN GIRO DI VITE SULLA SICUREZZA IN VERSILIA”

RIMOSSI GLI STRISCIONI SULLA SARZANESE, LA RABBIA DEI RESIDENTI