Lido di Camaiore, Daddio contro Palmerini

DADDIO REPLICA A PALMERINI: “TRALASCIATE LIDO PER MOTIVI ELETTORALI”

(foto Andrea Zani)
(foto Andrea Zani)

CAMAIORE. “Rimango esterrefatto e allibito dall’accusa fuori luogo della signora Palmerini che leggo sulla stampa di questi giorni a mio carico. Onestamente non riesco a capire tanta acredine nei miei confronti, quando io ho solo chiesto una equa redistribuzione degli incassi del consorzio di Promozione sul territorio comunale e soprattutto di utilizzare una parte di tali proventi per contribuire all’illuminazione natalizia delle nostre zone commerciali, come segno da parte dell’ente di vicinanza ai commercianti in questo difficile periodo”.

Lo scrive Marco Daddio, Per Matteucci Sindaco, replicando alla presidente del Consorzio di Promozione Turistica Roberta Palmerini (leggi qui il suo intervento).

“Questo buona azione – scrive Daddio – sarebbe stata senza dubbio una buona pubblicità per il Consorzio stesso che è sempre più in difficoltà nel mantenimento della quota dei suoi associati”.

“La neopresidente del Consorzio di Promozione Turistica Roberta Palmerini – aggiunge Marco Daddio – accusa i commercianti del Lido di “latitanza” nella vita dell’Associazione e di mancanza di stimoli e di proposte per migliorare le attrattive della frazione rivierasca, ma si dimentica chi ha fatto vivere questa associazione fino ad ora. Si dimentica anche con quali fondi sono state organizzate le ultime edizioni della “Notte Lido Blu” che, peraltro, mi ha visto protagonista in prima persona. Comunque se è la mia presenza in consiglio che le manca stia tranquilla che d’ora in avanti l’avrà, attenta, partecipe e vigile. Niente contro il Centro Commerciale Naturale di Camaiore, anzi felicissimo sia come commerciante che come consigliere comunale, ma dò una lettura politica a questo improvviso interesse pressante per il centro storico di Camaiore”.

“Evidentemente  – aggiunge il consigliere comunale – il neo assessore alle attività produttive Carlo Alberto Carrai, ex presidente del Consorzio di Promozione Turistica, deve accontentare soprattutto il Centro Storico di Camaiore che ha premiato elettoralmente l’attuale coalizione di governo della città, anche se ciò avviene a spese di Lido di Camaiore. Alla faccia

(foto Pomella)
(foto Pomella)

dell’allungamento dell’offerta turistica del Lido, elemento trainante dell’economia di questo settore! Bisogna certamente investire risorse pubbliche per creare sinergie commerciali mare-monti e valorizzare anche il nostro entroterra senza però penalizzare nessuno. Questa è, secondo noi, la soluzione per rivitalizzare il centro Storico di Camaiore che, peraltro ,vede già presenti diverse manifestazioni promosse o sostenute dalla passata Amministrazione di Centro-Destra come: ”è la via dell’orto”, ”la Festa Pic”,”il mercatino Europeo”, ”follie di Ferragosto”, ”Primo olio e Primo Vino””.

(Visitato 125 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 19-11-2012 20:30