VIAREGGIO. “Anche a Viareggio cominciamo ad avere numerose adesioni per l’appello ‘Cambiare si può’. A Roma si terrà il 1 dicembre un’assemblea nazionale che cercherà di ricomporre quella sinistra politica, sindacale, sociale e culturale che ha fatto coerentemente opposizione al governo Monti.” Lo scrivono in una nota Alba, Sinistra Critica Versilia, il circolo Caracol di Viareggio, Unione Inquilini e i lavoratori precari del turismo.

“Alba, Rifondazione Comunista, Sinistra Critica, Unione Inquilini e Lavoratori precari del Turismo, ma anche tanti altre soggettività viareggine che non hanno accettato passivamente il fiscal compact e le politiche neoliberiste volute dalla Bce, ritengono che serva, immediatamente, un polo autonomo, alternativo al Pd e al centrosinistra, che si opponga alla distruzione del territorio, che dica no ad opere dannose come Tav e inceneritori.

“Serve una forza che dia voce ai movimenti che difenda la scuola pubblica e la sanità dai tagli di Monti. Se c’è da fare dei tagli vanno fatti alle spese militari: a che servono, ad esempio, gli F35?

“Ci auguriamo che il 1° dicembre sia un nuovo inizio dove si possa tornare tutti a fare politica senza veti incrociati e dove la democrazia sia realmente partecipata e non una farsa come quella della primaria.

“Anche da Viareggio raggiungeremo Roma per partecipare ad un’assemblea che dovrebbe ridare voce e rilanciare la sinistra antiliberista.”

(Visitato 14 volte, 1 visite oggi)

BALLOTTAGGIO PRIMARIE, L’ANNUNCIO DI SEL: “NOI STIAMO CON BERSANI”

ANDREA CARRARA: “SUL SOCIALE CAMAIORE MANTIENE GLI IMPEGNI PRESI”