CAMAIORE. “Apprendo con apprensione dalla stampa che la giunta vuole trasferire la farmacia comunale dal Secco al centro commerciale dell’Esselunga”. Lo scrive Francesco Ceragioli, leader della lista “Costruiamo insieme il futuro”, inserendosi nel dibattito avviato da alcune affermazioni dell’assessore al commercio di Camaiore Carlo Alberto Carrai.

“Già in campagna elettorale – dice Ceragioli – i commercianti ed i residenti mi avevano esternato le preoccupazioni di una zona da sempre poco curata da tutte le amministrazioni e carente di strutture, nonostante l’aumento dei residenti. Le carenze riguardano le varie problematiche relative alla frazione che vanno dalla sicurezza della viabilità (vedi incrocio via macchia Monteggiorini con via Paduletto, alla sicurezza della salute pubblica (vedi rumorosità autostrada) al decoro delle aree pubbliche (strade e parcheggi), per finire all’area del centro naturale del commercio della zona. A tale proposito ero stato promotore di due comitati con raccolta di varie decine di firme inviate agli enti competenti”.

“Mi sorprende inoltre leggere che gli assessori Carrai e Pierucci incolpano la vecchia amministrazione di aprire due nuove farmacie, come fosse stato il comune a volerle e non una legge dello Stato Nr 27 del 24.03.2012 “Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività” che obbligava all’apertura di due nuove farmacie in virtù dell’abbassamento del parametro di una farmacia ogni 5000 abitanti ad una ogni 3300. Anzi l’amministrazione precedente nel poco tempo a sua disposizione si era impegnata a raccogliere i pareri dell’Azienda Sanitaria Locale e L’Ordine Provinciale dei Farmacisti, per identificare le zone migliori sotto tutti i profili dove collocare le nuove farmacie. Tutto queste vicende mi fanno capire che questa amministrazione si sta allontanando ancora una volta dal suo programma che aveva sottoposto ai cittadini per i primi 300 giorni”.

“Cito testualmente tra gli altri punti: “ Attueremo il primo programma per la manutenzione e la cura del territorio e delle sue infrastrutture – Approveremo il nuovo Piano del traffico e della sosta: percorsi più rapidi e sicuri con interventi sulla viabilità esistente – sostegno alle imprese artigiane e di vicinato sicurezza del territorio. Sembra che di tutti questi punti non sia stato fatto nulla, ma anzi si proceda al contrario, distruggendo quel poco di buono e concreto di cui la frazione ha bisogno. Le perdite di esercizio nel bilancio della farmacia del Secco devono essere affrontate in maniera diversa e più costruttiva senza penalizzare la frazione. Per tutte le problematiche sopra esposte questa amministrazione non solo sembra non attuare quanto promesso, ma voglia amministrare a vista, facendo delle sparate grossolane che vengono poi smentite dalle stesse forze politiche di maggioranza, causando solo confusione nei cittadini, soprattutto in un momento così difficile come quello che stiamo attraversando. Noi saremo vigili ed al fianco degli abitanti, per evitare scelte sciagurate come lo spostamento della farmacia, che causerà più problemi che benefici”.

 

(Visitato 30 volte, 1 visite oggi)
TAG:
camaiore carrai ceragioli farmacia secco

ultimo aggiornamento: 21-12-2012


UDC MASSAROSA: “PROBLEMA SICUREZZA, IL SINDACO APRA GLI OCCHI”

LUCCHESI SI PRESENTA ALLE PRIMARIE DEL CENTROSINISTRA: “LAVORO E VERITÀ PER VIAREGGIO”