(mondopallone.net)

VIAREGGIO. Ironia della sorte, Leonardo Pavoletti, in forza al Sassuolo, che era approdato a Viareggio dal Picchi Livorno insieme all’amico Alessio Cristiani – ad ingaggiarli era stato l’ex dg bianconero Andrea Gazzoli – è stato trovato positivo in seguito ad un controllo effettuato il 26 dicembre al termine della partita Livorno-Sassuolo.

Quindi è nella sua città che è emersa questa anomalia che lo costringe adesso a non poter scendere in campo. La comunicazione è arrivata dal Coni: a seguito degli esami eseguiti dal Laboratorio di Roma, è stata rilevata la presenza di Tuaminoeptano ed è stato sospeso dal Tribunale Nazionale Antidoping in via cautelare accogliendo l’istanza presentata dall’Ufficio di procura Antidoping.

Il giocatore e la società hanno spiegato che la positività al doping è dovuta ad un vasocostruttore utilizzato come spray nasale a causa di un raffreddore. La speranza è che tutta questa vicenda possa essere chiarita in fretta e che Leonardo Pavoletti, che ha lasciato un buon ricordo e tanti estimatori a Viareggio, possa tornare a realizzare gol.

(Visitato 150 volte, 1 visite oggi)

CGC-BENFICA, BIGLIETTI IN VENDITA AL “PALABARSACCHI” AL COSTO DI 15 EURO

LA NUOVA SFIDA DI EUGENIO AMORE: “PORTARE L’UPC ALLA SALVEZZA È STIMOLANTE”