VIAREGGIO. Le Carneval Night, le feste di Carnevale in notturna sulla Terrazza della Repubblica, non sono ancora iniziate eppure fanno già discutere: alcuni residenti della zona starebbero formando un comitato contro gli eventi che prenderanno il posto degli scomparsi rioni. “Si chiama Comitato Marco Polo, ma non credo sia rappresentativo del quartiere”, chiosa Marco Puccinelli, presidente del Rione Marco Polo. E allora, avanti con il progetto, nonostante tutto.

Le Carneval Night, delle quali era già uscito il calendario, sono state presentate ufficialmente questa mattina lunedì 21 gennaio presso il Centro Congressi Principe di Piemonte: per Stefano Nari, presidente dell’AssoRioni, “il futuro sarà comunque questo”, quasi a voler chiudere definitivamente le porte alla feste rionali all’interno delle varie zone della città.

Le feste in notturna, in programma dall’8 al 10 febbraio e dal 15 al 17 febbraio, costeranno 54mila euro e interesseranno la zona compresa tra il Principe di Piemonte e via Zara: ci saranno le cucine che proporranno menù a prezzi popolari, come assicura lo stesso Nari, oltre a circa cinque postazioni musicali che prevedono dj, musica dal vivo e balli latinoamericani. Prevista, inoltre, l’elezione di Miss Carneval Night.

Il quartier generale delle Carneval Night sarà al Centro Congressi Principe di Piemonte. “Noto con soddisfazione, e allo stesso tempo con dispiacere, come negli ultimi tre anni solamente il commissario prefettizio si sia ricordato di questa struttura”, osserva Riccardo Cima della Viareggio Versilia Congressi. “Il Centro Congressi non è di mia proprietà, ma è a disposizione della città. Al momento abbiamo in programma i veglioni dei piccoli il 7, 14 e 21 febbraio con la collaborazione del carrista Libero Maggini.”

Le Carneval Night non sarebbero mai state allestite se non fossero arrivati fondi da soggetti privati: uno di questi è Sauro Paoli del negozio di giocattoli Incaba di Camaiore. “Peccato che quest’anno non avremo i rioni così come li abbiamo sempre vissuti e mi riferisco in particolare al Carnevaldarsena”, dice Paoli. “Era però giusto, allo stesso tempo, fare questo tentativo che, sottolineo, è stato condiviso da tutti i comitati rionali.” Incaba è solo uno degli sponsor che l’agenzia di pubblicità Sit 3000 ha messo sul tavolo per le Carneval Night: il rappresentante dell’azienda Claudio Barbieri annuncia la creazione del sito internet ufficiale della manifestazione e svela pure Burlanotte, la maschera ufficiale.

Poi è il turno di Alessandro Santini, presidente di una Fondazione Carnevale che appoggia questo progetto, “tant’è che abbiamo mediato con l’Associazione Balneari e garantito un abbattimento di due terzi dei costi per la Polizia Municipale”, ma che allo stesso tempo “si batterà affinché rimanga la tradizione dei rioni, la loro forza, la loro storia. Cercheremo di recuperare il rapporto con i quartieri: crediamo fortemente in tutto questo e altrettanto fortemente lo vogliamo. Viareggio colga questo anno di transizione.”

twitter @GorskiPark

(Visitato 57 volte, 1 visite oggi)

LA FOTOGALLERY DEL FESTIVAL DI BURLAMACCO

IL CARRO AGLI OCCHI DEL CARRISTA. FUCK THE AUSTERITY DI LEBIGRE-ROGER