(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

MASSAROSA. A disagio si rischia di aggiungere disagio. Non bastavano infatti i lavori nella zona industriale (con via di Montramito per quattro mesi a senso unico). Negli stessi giorni infatti, ad ingolfare la Sarzanese ci si metterà anche il Gran Premio di ciclismo di Camaiore.

Il sindaco di Massarosa Franco Mungai però parla chiaro: le responsabilità del traffico in quel giorno sono solo di una persona: Alessandro Del Dotto, sindaco di Camaiore.

“Dal punto di vista procedurale è stato un po’ superficiale. Ha cambiato  – spiega il sindaco di Massarosa – le date dell’evento ed ha organizzato il percorso senza contattarci. E alle nostre obiezioni ha comunque preso la sua decisione”.
“Il nostro comando della Municipale – spiega Mungai – ha esposto una riserva su quella gara. Si tratta infatti di sei passaggi dei ciclisti per la rotatoria di Montramito, proprio nei giorni del cantiere, il 28 febbraio. Di fatto occuperà tutta la strada dalle 11 alle 16, e prevediamo grandi disagi per gli automobilisti, visto che già in tutta la zona ci saranno una serie di restringimenti e di sensi unici per le auto”. Insomma il traffico rischia davvero di ingolfarsi del tutto il prossimo 28 febbraio. Una data da segnare, come si dice in genere per il traffico autostradale, con il bollino nero.

Per questo da Massarosa il sindaco Mungai ha fatto presente al collega camaiorese Del Dotto che il circuito studiato – ma non concordato con Massarosa – poteva creare grandi disagi.

“Ma Del Dotto – ha aggiunto Mungai – non solo ha spostato la data di un evento che, in genere, non si svolge certo a febbraio. Ma ci ha anche fatto capire che per loro il percorso era quello, che era già stato deciso, e che se volevamo impedire il Gran Premio di Camaiore ce ne saremmo presi le responsabilità. La procedura che ha seguito Del Dotto è a dir poco superficiale”.

Una querelle che coinvolge due sindaci, e due amministrazioni, di colore simile. Da una parte Mungai, espressione di una lista civica ma appoggiato in maniera determinate del Pd, dall’altra Del Dotto che del Pd fino a poco tempo fa era il segretario camaiorese.

(Visitato 34 volte, 1 visite oggi)

ENTRA NEL VIVO IL PROGETTO “CRESCO SICURO”

CARNEVALE, PROTESTE: “LA MAXI-TENDA IMPEDISCE DI VEDERE IL MARE”