MASSAROSA. Prosegue l’impresa di Mauro Talini, il ciclista diabetico non nuovo a certe imprese, che a inizio gennaio è partito alla volta dell’Argentina per la sua pedalata in solitario fino a raggiungere Prudhoe Bay in Alaska.

Talini è arrivato il 3 Febbraio a Santiago, dopo tanti chilometri sulla Ruta 5, durante i quali pure i carabinieri si sono interessati a lui e lo hanno fatto intervistare dalla direttrice di una radio locale. Mauro continua a fare conoscenze, a stimolare tutti con i racconti del suo viaggio, con il suo impegno senza dimenticare mai i motivi che l’hanno portato a questa straordinaria impresa: il sostegno alle Missioni in Brasile, Argentina, Messico, Boliva e diabete no limits.

Ecco il suo racconto pubblicato sul suo blog.

“Holllaaa, Santiago! Se le settimane fossero tutte così… Emozionato per essere qua? É durante la pedalata, gli incontri, i pensieri, la preghiera, la sofferenza, il giorno nuovo tutto da scrivere come una pagina bianca “Che Vivi” una sensazione di emozioni… Contento di essere a Santiago! Appena arrivato sono andato nella Piazza principale, ho incontrato Italiani… Mi sono gustato un gelato,oggi 35 gradi, osservando, osservando…poche foto perché domani vado a ritirare il pacco contenente il portapacchi sperando che sia arrivato, all’ambasciata Italiana e poi vediamo… Domani apprezzerò Santiago! Ringrazio tutti, vicini e lontani con la stessa intensità… I commenti, gli sms, le e-mail, o anche un solo pensiero mi danno forza. Ma sopratutto ringraziamo Dio ogni giorno e chi lo invoca continuamente per i nostri/vostri progetti. Ciao

P.S. A 500 metri dall’albergo foratura… Senza trattare ho detto ok!”.

(Visitato 11 volte, 1 visite oggi)
TAG:
bicicletta ciclismo cile diabete impresa massarosa mauro talini santiago

ultimo aggiornamento: 05-02-2013


“LA VOCE DEL CARNEVALE”. NUOVA TRASMISSIONE CON FOSCO GHERARDI SU TT NEWS 24

IL GIALLO CONTRO LA CARRARESE COSTA CARO A CRESCENZI: TURNO DI SQUALIFICA CONTRO IL LATINA