MASSAROSA. “Il Movimento della Rosa per l’Italia, che ha come riferimento la Dottrina Sociale della Chiesa ed il Laburismo Cristiano che si riconosce nell’alto valore dell’azione di uomini che ne hanno fatto la storia, come Pastore, Romani sul fronte sindacale e di quel Dossetti Giuseppe sul fronte politico, di cui in questi giorni ricadono i 100 anni dalla nascita, rende noto che dopo la fuoriuscita dall’UDC, nell’assemblea Nazionale presieduta dall’attuale leader l’on. Savino Pezzota svoltesi a  Roma il 24 gennaio scorso alla Camera dei Deputati ha votato un documento per prossime elezioni politiche che si terranno il prossimo 24/25 febbraio, dove si delimita un’area di voto utile che si rifarà ai valori sopra citati del cattolicesimo sociale, tale area va ricercata nel perimetro che ha come candidati premier Mario Monti e Pierluigi Bersani e non avendo la Rosa per l’Italia nessun partito di riferimento, nella scelta della lista invita a preferire quelle in cui sono inserite persone di sicura moralità e competenza. Vista la situazione economica attuale si stigmatizza la necessità di operare per la tutela del lavoro italiano perché senza produrre nuova ricchezza, i tagli e il contenimento della spesa, conducono solo all’impoverimento”

E’ quanto scrive il rappresentante di Massarosa della Rosa per l’Italia Massimiliano Lunardini.

(Visitato 33 volte, 1 visite oggi)
TAG:
bersani italia massarosa massimiliano lunardini monti rosa

ultimo aggiornamento: 07-02-2013


POLEMICHE A MONTRAMITO, IL CONSORZIO: “DA NOI TUTTE LE INFO POSSIBILI”

BALDINI (MOV. CITTADINI): “IL SOSTEGNO ALL’INIZIATIVA PRIVATA L’UNICA RICETTA PER USCIRE DALLA CRISI”