SERAVEZZA. Pubblichiamo, integrale, la lettera dei Stafano Mussi (ex Udc) all’onorevole Nedo Poli.

“Caro Onorevole Nedo Poli,

“Mi permetto di scriverti questa lettera aperta in virtù dell’amicizia decennale che ci lega.

“Come sai bene ho lasciato il nostro partito, l’Udc, dopo 10 anni di spassionata militanza politica in quanto non mi sono più sentito rappresentato dalla linea politica nazionale di sostegno al governo Monti e dalla conseguente alleanza elettorale decisa nel nome della prosecuzione di questa esperienza. Tuttavia la stima e l’amicizia che ho nei tuoi confronti mi impongono di discernere le valutazioni sul progetto politico, che non condivido, da quelle sulle qualità della tua persona. È per me naturale, quindi, privilegiare l’amicizia che nutro per te supportata dalle capacita’ che ben conosco, rispetto a tutto il resto.

“Tuttavia è uscita in questi giorni una notizia che mi ha profondamente colpito ed indignato, come cittadino ed in particolare come cittadino versiliese. Mi  riferisco alla mancata costituzione in parte civile del Governo Monti nel  processo che vede imputata la società TEV-Veolia (multinazionale francese) per i ripetuti episodi di inquinamento da diossina emessa dall’impianto di  incenerimento dei rifiuti di Pietrasanta. Molti studi ci testimoniano come la Versilia abbia registrato un aumento di casi di tumore sproporzionato rispetto alle altre zone della Toscana, e questo ci deve far riflettere su cosa può aver generato questo terribile primato, ma sembra certo che questo modo dissennato di gestire l’impianto sia fra le cause principali.

“Ora io mi chiedo perché i cittadini della Versilia dovrebbero votare una lista che si rifà al governo Monti, che ha deliberatamente evitato di prendere posizione a favore dei propri cittadini e ha indirettamente favorito una multinazionale francese. Lungi da me l’idea di fare il Beppe Grillo della situazione, ma quando il comico genovese va poi nelle piazze a denunciare i rapporti deviati fra Monti e i colossi finanziari e industriali francesi, facendo proprio il nome di Veolia, diventa difficile non credergli, anche alla luce di questi atti del Governo. Diventa difficile soprattuto pensare di votare chi non ha tutelato i cittadini italiani in un processo a carico di chi quei cittadini è imputato di aver coscientemente “avvelenato”.

“Ma soprattuto mi chiedo dove sta la politica in tutta questa vicenda. Scusando la lista “Scelta Civica per Monti” e Fli, i quali sono partiti ancora giovani e poco radicati sul territorio, ma l’Udc, che invece vanta una storia più lunga, avrebbe potuto far modificare questo atteggiamento del governo? Che senso ha appoggiare un governo se poi si può solo subirne le scelte? E l’Udc della Versilia, coi suoi coordinatori zonali e vicesegretari provinciali, può difendere e rappresentare le istanze dei cittadini versiliesi, oppure è solo interessata agli interessi dei balneari in merito alla direttiva Bolkestein!?

“Ti chiedo da cittadino e da elettore, prima ancora che da amico, di usufruire della tua posizione di parlamentare, di alleato politico e in ultimo della tua saggezza perché il governo possa tornare sulle sue decisioni e rispettare il mandato che la costituzione gli attribuisce, quello di tutelare i cittadini italiani, in questo caso versiliesi, e non le multinazionali francesi. Certo del tuo interessamento ti porgo affettuosi saluti”.

(Visitato 43 volte, 1 visite oggi)
TAG:
balneari monti Nedo Poli seravezza stefano mussi udc versilia

ultimo aggiornamento: 18-02-2013


STACCIOLI (GRUPPO MISTO): “SUL PORTO DI VIAREGGIO IMPEGNI SERI E NON SOLO PROMESSE ELETTORALI”

RIFONDAZIONE COMUNISTA, SOSPESO PER 6 MESI UN ISCRITTO: “HA OFFESO L’IMMAGINE DEL PARTITO”