MASSAROSA. I profughi dalla Libia non lasceranno la Ficaia. Nulla di ufficiale, ma fonti vicine a don Bruno (gestore della struttura che ospita dal 2011 diciotto dei profughi sbarcati a Lampedusa) affermano che il parroco sarebbe intenzionato a lasciare (non si sa fino a quando) gli alloggi agli occupanti. “Con questo freddo e in questa situazione  – ci confidano – don Bruno non li butterà certo fuori”.

La questione è esplosa con forza nei giorni scorsi quando i 18 profughi politici hanno manifestato davanti il Municipio di Massarosa. Da questa notte a mezzanotte dovrebbero lasciare la struttura in cui alloggiano, come disposto dalla Prefettura. Ma si rifiutano di prendere quei 500 euro che lo Stato offre. Ne vogliono circa 1.200. Per questa cifra, affermano, avevano trovato un accordo anche col Comune.

Per avere un’aggiornamento della situazione chiamiamo l’assessore al sociale Simona Barsotti, che ieri ha seguito da vicino la questione. Ieri apputo, perché oggi pare invece lavarsene le mani. “Io non ho mai affermato quanto è stato scritto ieri – dice Simona Barsotti – non ho mai parlato di alcuna cifra. Comunque è una questione nazionale, non di Massarosa”.

La situazione comunque andrà risolta: don Bruno non potrà, da solo, ospitare 18 persone per sempre.

(Visitato 48 volte, 1 visite oggi)
TAG:
barsotti don bruno ficaia libia massarosa prefettura profughi

ultimo aggiornamento: 01-03-2013


CASALESI IN VERSILIA, SEQUESTRATI ANCHE AZIENDE, PALAZZI E VEICOLI

INCENDIO IN UNA SEGHERIA, DANNEGGIATI I BOX