VIAREGGIO. “Leggere che una parte dell’immobile del Cinema Eolo, in procinto di trasformarsi in negozio di abbigliamento, dovrà comunque essere destinata alla proiezione di film è, nel suo piccolo, una vittoria per chi come me si è battuto, anche in consiglio comunale, in favore delle sale cinematografiche. La cultura, a Viareggio, non può e non deve morire.” Così Leonardo Betti, candidato sindaco del Partito Democratico alle elezioni amministrative di maggio, interviene sulla vicenda del Cinema Eolo.

“Il dibattito sulla perdita di un’altra sala cinematografica, a beneficio del marchio d’abbigliamento Zara, tiene banco in città da oltre tre anni e oggi ci troviamo di fronte a un crocevia fondamentale. Le schede degli edifici della Passeggiata prevedono che l’immobile dell’Eolo, in caso di cambio di destinazione d’uso, non venga utilizzato per fini esclusivamente commerciali: questo è quanto ci dice l’ufficio edilizia del Comune. Si dovrà tenere conto di questa condizione nel caso in cui altre sale cinematografiche andassero incontro allo stesso destino, come ad esempio l’Odeon.

“Allo stesso tempo comprendo la volontà della famiglia Bertuccelli, proprietaria dell’immobile, di accelerare le pratiche per trasformare il cinema in un’attività commerciale sulla carta più redditizia, soprattutto in tempi di crisi. Ma quell’edificio deve mantenere una sala cinematografica, per quanto ridotta nelle dimensioni.

“Chiudere un altro cinema equivarrebbe ad inferire un altro duro colpo ad un’offerta culturale già di per sé impoverita e che va, invece, ampliata e potenziata.”

(Visitato 35 volte, 1 visite oggi)

MERCATO IN PASSEGGIATA, ALESSANDRO SANTINI: “INUTILE E DANNOSO”

CHIOCCHETTI (PDL) RISPONDE A SPADACCINI: “MA DOVE SEI STATO NEGLI ULTIMI QUATTRO ANNI?”