FIRENZE. “L’approvazione della legge sui defibrillatori è una piccola rivincita per me e il mio gruppo. Quando tre anni fa avanzammo questa proposta, la maggioranza si astenne e questo progetto si arenò. Oggi viene riconosciuto il nostro lavoro e la nostra intuizione: se all’epoca fosse passata la nostra proposta, la Regione Toscana avrebbe anticipato la normativa nazionale, così da risultare la prima a parlarne in assoluto nel nostro Paese”. È con queste parole che il consigliere regionale di Più Toscana, Gian Luca Lazzeri, commenta l’approvazione della proposta di legge 97 “Diffusione dei defibrillatori semiautomatici esterni nell’ambito della pratica fisica e sportiva”.

Secondo il consigliere membro della IV commissione sanità, “adesso c’è da fare un passo successivo, ossia dare degli incentivi a quelle società sportive dilettantistiche in difficoltà che devono dotarsi dello strumento e del personale abilitato all’uso. E questo perché – conclude Lazzeri – temiamo che queste società, che vanno avanti soprattutto grazie alla generosità dei propri dirigenti, possano decidere di chiudere i battenti a causa di questo ulteriore onere”.

(Visitato 18 volte, 1 visite oggi)
TAG:
defibrillatori gian luca lazzeri più toscana Regione Toscana

ultimo aggiornamento: 25-04-2013


L’ITALIA UNDER 19 RIFILA LA MANITA AL KAZAKISTAN SOTTO GLI OCCHI DI PRANDELLI

L’UPC CREDE NELLA SVOLTA DECISIVA DOPO IL SUCCESSO CONTRO SPEZIA