"BANDO PER I MERCATINI ASSEGNATO IN MODO IRREGOLARE". BONUCCELLI DENUNCIA, IL COMUNE MINACCIA QUERELE

“BANDO PER I MERCATINI ASSEGNATO IN MODO IRREGOLARE”. BONUCCELLI DENUNCIA, IL COMUNE MINACCIA QUERELE

(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

 CAMAIORE. “Mi sono giunte, da più parti anche politiche, segnalazioni di irregolarità ed esclusione dalla gara di partecipanti al bando indetto dal Comune di Camaiore per l’assegnazione della gestione dei mercatini in passeggiata a Lido di Camaiore. Gestione poi assegnata al Consorzio di Promozione turistica”.

 Parole di fuoco quelle lanciate dal capogruppo del gruppo misto a Camaiore Riccardo Bonuccelli.

Sembra che la domanda ed il progetto del Consorzio – scrive – presentasse carenze procedurali e non conforme al bando poi sanata frettolosamente non si sa da chi. Gli esclusi invece sembrano non essere stati ammessi per vizi procedurali non ben definiti”.

 “Infine la pubblicità del bando non è stata divulgata, vista l’importanza per

(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

l’interesse generale, come avrebbe meritato. Si annuncia una interrogazione urgente sull’argomento”. Dubbi simili erano stati mossi, qualche giorno fa, anche dal consigliere di Per Matteucci Sindaco Marco Daddio.

 Il Comune di Camaiore respinge le accuse. L’Ufficio Attività Produttive e la Commissione Giudicatrice delle offerte tengono a precisare che “il lavoro attorno al bando di gara, per l’organizzazione dei mercatini promozionali, si è svolto correttamente e nel rispetto della legge, oltre che delle regole amministrative poste dal Comune di Camaiore e dal suo Consiglio Comunale. Le domande pervenute sono state tre, e di queste solo una era stata compilata e inviata correttamente, come da bando; dunque, chi non ha rispettato le regole poste dal Comune per la formazione delle domande è stato escluso”.

 Dopodiché, è stata eseguita la valutazione dalla Commissione e si è proceduto “a stilare la graduatoria provvisoria.

 “Tutto si è svolto regolarmente e con tempismo perfetto. Chiunque affermi il contrario, calunniando la correttezza e l’imparzialità dell’Ufficio, si prenderà le proprie responsabilità nelle sedi competenti”, afferma il Dirigente, Roberto Lucchesi.

 Laconico il commento del sindaco Alessandro Del Dotto: “Parla gente che pare vivere in un deja-vu: forse quelle accuse che muovono all’Ufficio sono frutto

(foto Pomella)
(foto Pomella)

dell’esperienza vissuta in prima persona da componenti, palesi o meno, del Consorzio all’epoca in cui al governo della città c’erano ‘quelli come loro’. Non ci vengano a raccontare di una loro presunta verginità, perché non ci crede nessuno. E ora scusate, ma ho ben altro di cui occuparmi: certe sparate sono fatte tanto per dare aria alla bocca, senza fondamento”.

Ci sono persone che vorrebbero la Passeggiata vuota e vedere il Comune in ginocchio, solo per il gusto di poter fare la solita vecchia politica nell’interesse di un partito, anziché impegnarsi per lo sviluppo e la crescita della città – afferma l’Assessore alle Attività Produttive, Carlo Alberto Carrai – Certe illazioni, di fronte alle dichiarazioni dell’Ufficio competente, dimostrano la loro natura di sterili e infondate polemiche, montate ad arte per invidia e per voglia di non contribuire al miglioramento del nostro Comune”.

Coi mercatini, oltre a dare spazio a professionisti del settore, Comune e Consorzio danno la possibilità di avere un piccolo stand a un certo numero di persone che non hanno un lavoro e producono prodotti artigianali in proprio, le cosiddette ‘opere d’ingegno’ – ricorda l’Assessore ai Diritti civili e sociali, Andrea Carrara – Oggi andiamo quindi anche a tutelare un fine sociale, di fronte al quale le critiche di bottega politica lasciano il tempo che trovano”.

(Visitato 171 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 29-04-2013 15:13