STAZZEMA. “Il sindaco Michele Silicani ha revocato le deleghe di giunta a chi alla giunta ormai non partecipava da ben cinque mesi: non credo che un sindaco potesse continuare a sostenere questa situazione, nel rispetto di coloro che svolgono il lavoro con presenza e assiduità da consiglieri delegati.” Lo scrive Maurizio Verona, vicesindaco di Stazzema.

“L’organo esecutivo è importante in un Ente è quello che attua gli indirizzi, e chi ha questo ruolo è chiamato con senso di responsabilità ad onorarlo con la presenza, con la partecipazione, con il proprio contributo, non collezionando assenze ingiustificate. La nostra lista si chiama Impegno per Stazzema e non a caso, perché abbiamo chiesto i voti ai cittadini mettendo a disposizione il nostro tempo e la nostra passione per il territorio.

“Comunque in questa fase storica del paese e della situazione difficile per gli enti locali, credo che abbiamo le carte in regola per confrontarci sulle politiche e sulle scelte fatte per Stazzema, sulle politiche sociali, su quelle della difesa del suolo, sul miglioramento dei servizi, sulle politiche energetiche da fonti rinnovabili. Siamo altresì consapevoli di dover lavorare ancora molto per migliorare la qualità della vita dei cittadini attraverso il miglioramento dei servizi, quindi non temiamo il distinguo di Rifondazione che valuterà le scelte di volta in volta.

“Il nostro gruppo è eterogeneo e in nove anni è l’unico atto di revoca, maturato dopo un intenso confronto. Il nostro sindaco non ha osteggiato nessuno, le incomprensioni in una coalizione sono frequenti e solitamente si superano con il confronto: in questa situazione che sembrava ricomposta, evidentemente, qualcosa non ha funzionato.

“Comprendo la posizione politica del partito, poco quella dell’ex assessore, non temo la critica sull’operato soprattutto se costruttiva. Auspico comunque una ricomposizione politica che potrà maturare in questi ultimi mesi di mandato amministrativo.”

(Visitato 17 volte, 1 visite oggi)

MAURO SANTINI: “NELL’EDITTO SULLA CULTURA MANCA IL GABER, CI HANNO GIÀ RIPENSATO?”

VIA LIBERA PER LA PISTA CICLABILE MASSAROSA-BOZZANO