STAZZEMA. “Equitalia si è permessa di richiedere ai rappresentanti della comunità ebraica di pagare le spese processuali di una causa per diffamazione, intentata contro di loro dall’ ex ufficiale nazista Erich Priebke e da loro vinta in tutti i gradi di giudizio. Perché?”.

Se lo chiede Mario Navari  Portavoce Federazione della Sinistra-Versilia (Prc-Pdci).

“Priebke non sarebbe solvibile in quanto nullatenente. Il fatto del contendere sarebbe la definizione dello stesso come “il boia delle Fosse Ardeatine”,  affermazione oramai confermata dalla condanna all’ ergastolo, oltre che dalla storia del massacro.

Nel classico metodo italiano è già iniziato lo scarica barile tra Equitalia e l’ Agenzia delle Entrate per definire chi abbia intrapreso questa assurda richiesta.

Negli stessi giorni, in Germania, si procedeva ad arrestare Hans Lipschis, 93 anni, arrestato perchè avrebbe “lavorato” nella carneficina del campo di concentramento di Auschwitz e per questa ragione individuato tra i dieci criminali nazisti in vita più ricercati. La Procura tedesca ha già annunciato che lo incriminerà per concorso delle vittime del lager.

Purtroppo, mentre in altri paesi si continuerà fino all’ ultimo a cercare i responsabili nazi-fascisti, in Italia molti aderenti a queste organizzazioni sono stati sdoganati o accettati come semplici avversari.

Nel frattempo in Italia si procede ad offese e minacce alla neo ministro Kyenge perchè di colore, o nera come rivendica giustamente lei stessa.

Adesso basta.

Da S. Anna di Stazzema, Parco Nazionale della Pace, nasca quindi un appello alle autorità competenti perché, anche nel nostro Paese, la si smetta con questo stupido revisionismo che ha portato anche ad un processo Priebke con beffa finale per la comunità ebraica”.

 

(Visitato 20 volte, 1 visite oggi)
TAG:
appello beffa ebrei mario navari priebke processo sant'anna Stazzema

ultimo aggiornamento: 12-05-2013


VERSILIA HOT: CENTINAIA DI ANNUNCI EROTICI, LIDO E VIAREGGIO COME AMSTERDAM

IL CORO ARIOSO DI PEYMEINADE DI NIZZA IN CONCERTO A STAZZEMA