LA MINORANZA INSISTE: "DEL DOTTO TORNI INDIETRO SULL'ORDINANZA ANTI-ALCOL"

LA MINORANZA INSISTE: “DEL DOTTO TORNI INDIETRO SULL’ORDINANZA ANTI-ALCOL”

CAMAIORE. “Un detto toscano,ma crediamo sia ormai di uso comune in tutta Italia,così recita: “La gatta, per la furia, fece i gattini ciechi”. Parte così il commento di Pdl, Per Matteucci Sindaco e Gruppo Misto sulla polemica per l’ordinanza anti-alcol a Camaiore.

“In buona sostanza il Prefetto di Lucca S.E.Giovanna Cagliostro ha stigmatizzato la decisione del Sindaco Del Dotto – scrivono – circa l’emissione dell’ordinanza che disciplina la vendita ed il consumo di bevande come inopportuna e prematura.Non è certamente entrata nel merito della giustezza delle argomentazioni che hanno ispirato il provvedimento,che riguarda scelte di rapporto con i cittadini,ma il fatto che prevede spostamenti in massa di avventori dei pubblici esercizi verso comuni più tolleranti e permissivi,la dice lunga sulla sua valutazione e l’impatto che l’ordinanza avrà sul turismo lidese”.

“Nello stesso incontro fissato per fare il punto sull’ordine pubblico in Versilia la Capitaneria di Porto ha contestato l’ordinanza concernente l’apertura serale degli stabilimenti balneari,non entrando nel merito della somministrazione di alimenti e bevande,ma sottolineando il pericolo di utilizzo dell’arenile e delle piscine a scopo di balneazione in orari privi di sorveglianza”.

“Insomma – aggiunge la minoranza consiliare – due provvedimenti che vengono indicati dall’Amministrazione come i più qualificanti che sono stati presi senza consultare gli organi competenti e sono stati adottati solo per spirito di protagonismo rispetto alle amministrazioni vicine alla faccia di quella programmazione e condivisione delle scelte di fondo tanto sbandierata”.

“La presa di posizione di S.E. il Prefetto di Lucca rende giustizia alle perplessità che noi abbiamo avanzato fin da subito e,visto che si ridiscuterà di queste problematiche nei prossimi giorni sempre a livello comprensoriale,invitiamo il Sindaco Del Dotto a sospendere l’esecutività dell’ordinanza sulle bevande”.

(Visitato 12 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 15-05-2013 19:00