ITALIANO MORTO A GRASSE: CIRA ANTIGNANO CHIAMA IL PADRE DI FARALDI - Cronaca Versiliatoday.it

ITALIANO MORTO A GRASSE: CIRA ANTIGNANO CHIAMA IL PADRE DI FARALDI

VIAREGGIO. “Oggi mi ha chiamato la mamma di Daniele Franceschi e mi ha chiesto di andare avanti, di avere la forza di non mollare. Ho apprezzato molto le sue parole, sono solidale con lei e spero che riesca a ottenere al più presto giustizia”. Lo ha detto Giancarlo Faraldi, padre di Claudio, 29 anni di Ventimiglia, morto l’8 maggio scorso nel carcere francese di Grasse, in Costa Azzurra, in circostanze ancora da chiarire. Oggi Giancarlo ha ricevuto la telefonata di Cira Antignano, la mamma di Daniele Franceschi, il viareggino di 36 anni, morto nel 2010 nello stesso penitenziario e per il cui decesso sono indagate tre persone.

“Le autorità francesi hanno posto sotto sequestro la salma di mio figlio – ancora Giancarlo – fino a quando non si conoscerà l’esito dell’autopsia. Poi finalmente Claudio potrà essere trasferito in Italia. Alla mamma di Daniele ho detto che la capisco, per quanto ha passato e sta passando”. Giancarlo, che martedì scorso ha visto il cadavere del figlio, ha detto che sul volto, l’unica parte del corpo che gli è stata mostrata, non c’erano ecchimosi o altri segni violenza.

(Visitato 29 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 17-05-2013 10:00