STAZZEMA. Lo storico incontro tra i Presidenti Napolitano e Gauck dello scorso 24 marzo a Sant’Anna di Stazzema è stato raffigurato con un graffito su legno dai giovani tedeschi dello SCI di Moers e gli studenti delle classi 3A, 3B, 3C del Liceo Artistico Stagio Stagi di Pietrasanta. L’opera è stata consegnata questa mattina, 7 giugno, al Museo Storico della Resistenza dove resterà in esposizione a testimonianza della collaborazione tra il Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema e la Confederazione Generale della Renania. Il progetto prosegue da diversi anni ed ha visto decine di giovani provenienti dalla Germania, dall’Istituto Sci: Moers, lavorare sui sentieri di Sant’Anna, realizzando di versi interventi come il corrimano lungo la Via Crucis, il punto di sosta al Pizzo di Vallecava, ma anche la traduzione di testi in tedesco da consegnare ai visitatori oppure opere collocate all’interno e all’esterno del museo.

 La parte artistica è stata seguita dal prof. Claudio Marchetti del Liceo Artistico Stagio Stagi di Pietrasanta che ha elaborato la base del graffito realizzato dai giovani tedeschi ed italiani, sulla base di un’immagine che ritrae Napolitano e Gauck mano nella mano al Monumento Ossario di fianco al sindaco di Stazzema, Michele Silicani. I ragazzi di Moers, accompagnati da Uwe Rothgaenger, hanno lavorato anche lungo i sentieri attorno a Sant’Anna, effettuando interventi di piccola manutenzione e sistemazione dei corrimano esterni ed hanno ascoltato la testimonianza di Enrico Pieri, superstite e presidente dell’Associazione Martiri di Sant’Anna. Il percorso formativo proseguirà anche in Germania, il prossimo novembre, quando gli alunni dello Stagi si recheranno a Moers, come già accaduto negli scorsi anni.

Il progetto viene sostenuto dalla Confederazione Generale della Renania che ha inserito di recente anche Vinkt, in Belgio, nella sua rete di enti coinvolti: un passaggio promosso dal Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema a seguito della conferenza che si svolse proprio a Vinkt nel 2011, servito a mettere in contatto realtà europee teatro di stragi durante la Seconda Guerra Mondiale. Attraverso Sant’Anna, quindi, sono stati favoriti la conoscenza e lo scambio tra giovani provenienti da diverse parti d’Europa, sotto l’egida dei valori di pace ed amicizia propri del Parco Nazionale della Pace. “Siamo orgogliosi di essere parte di questo progetto”- ha detto ai ragazzi il sindaco di Stazzema, Michele Silicani. “E’ importante la collaborazione tra Italia e Germania: oggi, come tanti giorni durante l’anno, si incontrano giovani a Sant’Anna insieme ad Enrico Pieri per conoscere la nostra storia e riprendersi quel patrimonio di libertà e democrazia che il Parco Nazionale della Pace ispira: è una missione importante da compiere. Lo scorso 24 marzo è stata scritta una pagina importante della nostra storia contemporanea con Napolitano e Gauck a Sant’Anna e tutti noi ne siamo testimoni: di momenti così ce ne sarebbe bisogno tutti i giorni. La targa in legno, come le altre opere realizzate in questi anni, saranno per tutti coloro che arrivano a Sant’Anna la prova tangibile della collaborazione e dell’amicizia tra i giovani tedeschi ed italiani”. 

(Visitato 149 volte, 1 visite oggi)

APERTE FINO AL 10 GIUGNO LE ISCRIZIONI PER LA CACCIA AL TESORO STORICA

A VILLA BERTELLI LE “TERRACOTTE D’ALTRI TEMPI”