ROSSELLA MARTINA BACCHETTA L'ASSESSORE CAPRILI: "PENSI AL BILANCIO NON AL NUOVO STADIO" - Politica Viareggio Versiliatoday.it

ROSSELLA MARTINA BACCHETTA L’ASSESSORE CAPRILI: “PENSI AL BILANCIO NON AL NUOVO STADIO”

(fotoMania)
(fotoMania)

VIAREGGIO. Rossella Martina, consigliere comunale della lista civica “Viareggio tornerà bellissima”, critica le recenti dichiarazioni dell’assessore allo sport e al bilancio, Alessandro Caprili, colpevole, secondo lei, di preferire la questione del nuovo stadio a quella del bilancio comunale.

“Non abbiamo ancora sentito una sola parola dall’assessore al Bilancio Alessandro Caprili sulla delicata questione del bilancio comunale. Vediamo però che ha già trovato il tempo di incontrare il costruttore edile nonché presidente dell’Esperia Viareggio, Stefano Dinelli, e di spendersi per promuovere il progetto del nuovo stadio e della nuova Cittadella dello Sport. Primum costruire! Siamo dunque di nuovo al ritornello della classica suonata del Pd viareggino, la celebre “Calce&Martello”. Ebbene se questi signori ci tengono tanto a metter mano alla cazzuola, sarà bene che comincino a pensare all’esistente (come del resto hanno promesso in più passaggi del loro programma elettorale).

Cominciamo a trovare risorse per i percorsi a ostacoli altrimenti detti marciapiedi che caratterizzano la nostra città, per le strade piene di buche e di pezze, per il monitoraggio antisismico degli edifici pubblici. Cominciamo a cercare i soldi per salvare, per esempio, il Palazzo delle Muse che ospita la Biblioteca Comunale e la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea.

Il sindaco Betti durante la campagna elettorale ha promesso che si sarebbe senz’altro e con urgenza occupato del Palazzo delle Muse che potrebbe essere dichiarato inagibile da un momento all’altro per cedimenti strutturali acclarati e dentro il quale le infiltrazioni d’acqua dal tetto hanno ormai raggiunto il primo piano. Una situazione di grave pericolo per l’edificio, per le persone che ci lavorano e che quotidianamente lo frequentano, per le opere d’arte e per i libri ivi contenuti”.

(Visitato 24 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 05-07-2013 20:08