CAMAIORE. “Il Festival Gaber è stato il più grande evento culturale e di spettacolo che Camaiore abbia mai avuto negli ultimi 30 anni della sua storia. Partendo da questo assunto, è doveroso quindi ricordare a tutti come il nostro Comune abbia avuto, per l’intero mese di luglio, appuntamenti di altissimo livello, iniziative di grande valore culturale e spettacoli di nomi di primo piano del panorama dello spettacolo italiano; un intero mese di copertura mediatica da parte di quotidiani, riviste, tv, radio e agenzie di stampa”. Così la giunta Del Dotto interviene in merito ai costi del Festival Gaber a Camaiore: 145 mila euro.

“Il nome di Camaiore è circolato in tutta Italia come mai prima d’ora, grazie ad un evento che ha saputo far risaltare le caratteristiche migliori del nostro Comune, la sua accoglienza e la sua bellezza. Un investimento quindi anche nella direzione della promozione turistica e del territorio nel suo complesso. Quello del Festival Gaber, un appuntamento che vogliamo con forza confermare e ripetere negli anni a venire, è stato un banco di prova di successo per un Comune che da ora in avanti intende recitare un ruolo di spicco nel panorama della Versilia, anche e soprattutto sotto il piano degli eventi e della cultura. Una sfida mai lanciata in passato e che Camaiore, alla luce dei fatti, può decisamente affrontare con successo. Noi crediamo nelle potenzialità della nostra città e non intendiamo limitarci ad abitudini, consuetudini, autoreferenzialità, andando invece a sondare le potenzialità ancora, e per troppo tempo, inesplorate del nostro territorio, anche con un pizzico di ambizione”.

“Per quanto riguarda il capitolo delle spese, 80 mila euro è stato il contributo versato alla Fondazione Giorgio Gaber per l’organizzazione dell’evento, come dichiarato: il resto delle spese è stato affrontato dall’Amministrazione per garantire il miglior svolgimento possibile delle attività, in piena sicurezza, in tempi corretti, evitando disagi, per offrire ai nostri cittadini e ai turisti la migliore esperienza possibile. Queste spese vengono, in misura quasi totale, coperte da sponsor, contributi e una rimodulazione della spesa legata agli eventi di promozione turistica e territoriale. Ci riserviamo, in merito, di fornire le cifre precise e corrette non appena sarà conclusa la rendicontazione precisa. Con l’Amministrazione Del Dotto, teniamo a ribadire il concetto, il Comune è divenuto un ente dove l’accessibilità agli atti e la trasparenza sono al primo posto, contrariamente al passato. Ogni azione è intrapresa con il massimo della responsabilità, dell’onestà e della consapevolezza”.

(Visitato 24 volte, 1 visite oggi)
TAG:
camaiore costi del dotto gaber

ultimo aggiornamento: 01-08-2013


Dispersi sul Prana, disavventura per tre giovani turisti francesi

Viareggio, catamarano spezza l’albero: sos in mare