FORTE. Impossibile partire a fari spenti, se si è campioni d’Italia in carica. Avversarie agguerrite, livello altissimo e strada verso il secondo tricolore, per forza di cose, assai complicata. Ma il Tennis Club Italia ci vuole provare, forte di un gruppo che fa della coesione il suo punto di forza. Il campionato a squadre di A1 di tennis prenderà il via domenica 6 ottobre, con tante novità ed un regolamento parecchio complicato.

Il Tc Italia – che si ripresenterà con Marrai, Olaso, Bramanti, Volandri, Trusendi e Giorgini – è stato inserito nel girone 2 assieme al Castellazzo, al Tc Parioli, al Rovereto ed al Bassano. È un raggruppamento tosto sulla carta, dove non saranno ammessi passi falsi. I versiliesi debutteranno il 6 ottobre in casa contro Rovereto, il 13 saranno di scena a Bassano, il 20 riposeranno, il 27 attenderanno il Tc Parioli, mentre il 3 novembre faranno visita al Castellazzo.

15 squadre iscritte, divise in 3 raggruppamenti. Le prime due classificate di ogni raggruppamento si contenderanno il titolo, le altre 9 disputeranno i play-out per rimanere in A1. Ma qui viene il bello (e il difficile): delle tre vincitrici dei gironi, soltanto le migliori 2 accederanno direttamente in semifinale (conteranno, in questo senso, i punti ottenuti complessivamente), mentre la “peggiore” prima, sarà costretta a giocare i play-off con le tre seconde dei raggruppamenti. Da quest’anno i play-off si giocheranno non più in gara secca, ma in un doppio atto (andata e ritorno). La finale si disputerà anche quest’anno a Rovereto, il 7 e l’8 dicembre.

 

(Visitato 16 volte, 1 visite oggi)

In vendita i biglietti per il memorial “Sauro Iacopini”

A Quiesa la prima edizione del triangolare in ricordo di Daniele Bianchi