FIRENZE. Dai complimenti del premier Enrico Letta agli auguri inviati dallo spazio dall’astronauta Luca Parmitano, dalla ‘benedizione’ del direttore generale dell’Enit, Andrea Babbi al sorriso soddisfatto dell’assessore regionale al turismo Cristina Scaletti.

Un bilancio che va oltre le più rosee aspettative quello di Toscana Arcobaleno d’Estate, l’evento nato dall’idea del direttore de La Nazione, Gabriele Canè e adottato dalla Regione Toscana che ne ha pilotato la cabina di regia insieme a Toscana Promozione, Fondazione Sistema Toscana e Toscani nel Mondo. Una festa planetaria realizzata in poco più di 40 giorni insieme ad associazioni, comuni, province, ristoratori, albergatori, e che ha coinvolto i 5 continenti proprio grazie ai Toscani sparsi nel mondo.

Un calendario di oltre 700 eventi (734 per la precisione), un sito internet www.arcobalenodestate.it nato da zero e messo online il 17 luglio scorso che ha registrato oltre 25.000 visitatori unici con ‘click’ provenienti principalmente dall’Italia ma anche da Germania, Stati Uniti, Argentina, Brasile, Inghilterra e Australia.  Gettonatissimi anche i profili social di Toscana Arcobaleno d’Estate: sono stati, infatti, oltre 3.000 i like sulla pagina Facebook dell’evento. E ancora: 800 gli stabilimenti balneari coinvolti su 601 km di costa toscana, da Massa a Capalbio, passando per la Versilia e la Costa degli Etruschi, isole comprese.

Migliaia i bagnanti che hanno partecipato al tuffo collettivo in mare e altrettanto numerosi i gruppi che hanno festeggiato, alle 19.30, con un unico grande aperitivo collettivo. Migliaia di persone si sono divertite ballando e cantando sui viali a mare di Viareggio per la sfilata notturna del Carnevale, tre i turni di cena da tutto esaurito organizzati da Comune di Pisa e Confristoranti sul ponte di Mezzo per la grande cena Arcobaleno, 4.000 i lumini che hanno acceso per la festa la città di San Giuliano in provincia di Pisa, meravigliosi i fuochi d’artificio che hanno illuminato il cielo a Marina di Pisa e sull’Abetone. Tutto esaurito anche a Firenze per aperitivo sulla piattaforma sull’Arno, evento organizzato da Canottieri e Rari Nantes, come al rifugio Zeno Colò sull’Abetone che ha visto oltre 250 persone godersi l’aperitivo in alta quota. Bene anche le piccole sagre di paese gemellate con l’Arcobaleno: una fra tutte la sagra della Patata Fritta di Serra Pistoiese (frazione di Marliana), primo evento a registrarsi sul sito ufficiale della manifestazione www.arcobalenodestate.it, che ha portato oltre 1.000 persone nel piccolo borgo medievale che conta meno di 100 abitanti.

L’assessore Scaletti, che ha già lanciato le date della prossima edizione, il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate – ha inviato oggi una lettera di ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito al successo dell’iniziativa.

Ecco il testo:

“Grazie!

“Toscana, Arcobaleno d’estate” è stato un successo: tre giorni di eventi, brindisi e tuffi che hanno mostrato all’Italia e al mondo la vitalità della Toscana e la creatività dei toscani.

Una festa collettiva, che ha esaltato quanto di meglio offre la nostra regione, unica al mondo per il patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico che possiede. Che siamo “belli” lo sanno in tanti, ma la Toscana ha dimostrato di essere capace di rinnovare la sua offerta, di non dormire sugli allori, o di vivere di rendita, e noi ne siamo orgogliosi.

I sistemi turistici hanno risposto benissimo, mostrandosi competitivi e soprattutto innovativi. Il mondo della cultura si è distinto per la straordinaria freschezza e vivacità ed è stato  capace di coinvolgere pubblici diversi e di attirare forze creative nuove. Il mondo del commercio, le produzioni artigianali e tradizionali, si sono confermati baluardo della toscanità, l’enogastronomia ha esaltato la nostra tipicità.

La macchina pubblica, spesso considerata lenta e piena di burocrazia, si è mostrata veloce e reattiva. Ringrazio quindi i ragazzi di Fondazione Sistema Toscana e di Toscana Promozione, tutti giovani preparati e pieni di entusiasmo che hanno curato sito, comunicazione, organizzazione e promozione. Un grazie agli uffici regionali, che con competenza e passione hanno coordinato l’evento.

Un grazie particolare al quotidiano La Nazione e al suo direttore Gabriele Canè. Questa incredibile avventura è partita da una sua idea, lanciata e subito raccolta dal presidente Enrico Rossi. L’Arcobaleno è cresciuto anche grazie al lavoro che quotidianamente il giornale ha svolto, contribuendo in maniera decisiva al buon esito dell’evento.

Ma il mio ringraziamento più grande va ai singoli cittadini, alle associazioni di categoria, agli enti locali, agli operatori della cultura, del turismo e del commercio, ai balneari di tutta la costa e a chi, in pochissimo tempo, ha pensato e realizzato un evento. Ai Toscani nel Mondo, che hanno brindato con noi nei cinque continenti, fieri delle loro origini. Un grazie perché abbiamo mostrato di avere tutte le carte in regola per reagire alla crisi ed essere forti e competitivi.

Lo dimostra l’adesione convinta di Enit, che ci ha seguito in questo percorso breve e intenso, e l’apprezzamento del presidente del Consiglio Enrico Letta. Un grazie per il vostro entusiasmo e il vostro coraggio, quello che viene davvero dal cuore e che porta a guardare lontano, a sperare, a desiderare. In fondo il punto di partenza di questo nostro meraviglioso Arcobaleno è stato proprio il cuore di tutti voi.

Toscana, Arcobaleno d’estate è stato un successo perché ha unito tutti, mare e montagna, collina e città d’arte, senza campanili.

La strada è quella giusta, tenendoci per mano continueremo a percorrerla insieme per costruire la prossima edizione di “Toscana, Arcobaleno d’estate” il 21 giugno. Sarà uno straordinario inizio d’estate”.

 

(Visitato 75 volte, 1 visite oggi)

La foto del giorno

Ceccarelli scrive al direttore regionale di Trenitalia: “Situazione inaccettabile”