Il fatto è avvenuto a Castelnuovo Garfagnana, ma occorre prestare la massima attenzione per non rischiare di essere vittime di truffe informatiche. I Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Castelnuovo Garfagnana hanno denunciato per ricettazione e frode informatica due persone, un  52enne, commerciante, residente a Longhena (Brescia) e 38enne, di nazionalità romena e senza fissa dimora in Italia, entrambi pregiudicati per reati specifici. Entrambi nel marzo scorso, grazie alla tecnica truffaldina del phishing, inviavano una e-mail a numerosi destinatari riproducendo le caratteristiche del sito internet di Poste Italiane. All’interno dell’e-mail, simulando la necessità di confermare l’esattezza delle informazioni registrate nella banca dati dell’azienda, i malviventi richiedevano ai destinatari di inserire i dati (numero, intestatario, codice fiscale e codice PIN).  Per coloro che, “abboccando” alla truffa, comunicavano i dati, l’amara sorpresa di vedersi addebitate operazioni o bonifici effettuati a vantaggio di terzi. Nel caso scoperto dai militari di Fornaci di Barga i dati fraudolentemente acquisiti hanno permesso ai due denunciati di sottrarre ad un commerciante la somma di euro 150,00, poi  accreditata sui rispettivi conti scommesse on line gestiti dalla società SNAI.

Per non restare vittima di analoghe truffe, si ricorda che nessun ente, società o banca richiede via e-mail i dati sui rispettivi conti o sulle carte di credito (anche prepagate). Qualora si ricevano e-mail analoghe, quindi, non inserire alcuna credenziale ed informare al più presto gli organi di polizia.

(Visitato 66 volte, 1 visite oggi)