PIETRASANTA. Si è spento all’età di 98 anni nella sua casa sulla collina di Castagnetola (MS), dove era nato il 15 aprile 1915, Gigi Guadagnucci, artista internazionale, da sempre legato agli ambienti artistici di Pietrasanta. Pur avendo a lungo lavorato a Parigi, aveva conservato intatto il legame con la sua terra, con le Alpi Apuane e con il marmo. Con gli anni Guadagnucci non aveva perso la creatività e lo spirito giovanili.

Autodidatta, aveva imparato a lavorare il marmo frequentando i laboratori di scultura. Nel 1936 si era stabilito a Grenoble, dove aveva lavorato con Gilioli dedicandosi allo studio della storia dell’arte e al disegno. Nel 1953 si era stabilito a Parigi, dove fu in contatto con gli ambienti culturali più aggiornati. Negli anni ’70 fece ritorno a Massa.

Dagli anni ’60 è fra i protagonisti delle maggiori rassegne di scultura internazionale. Numerose le commissioni pubbliche e private.

Nell’area apuo-versiliese lavorò presso numerosi laboratori tra i quali Giorgio Angeli, Bertozzi e Frediani, Henraux, Studio Sem e alle Fonderie Tommasi e Tesconi. “Determinante è stata la sua presenza alle numerose mostre collettive promosse dall’Assessorato alla Cultura sin dagli anni Settanta – afferma il sindaco Domenico Lombardi – Guadagnucci ha contribuito non poco a creare la vivacità dell’ambiente artistico cittadino; ancora si ricorda lo splendore della sua ultima personale nella chiesa di Sant’Agostino, nel 2003. Un uomo dalle solide radici artistiche che traduceva in leggerezza nelle sue opere. Pietrasanta piange un grande artista. Giungano alla famiglia le più sincere condoglianze”.

In accordo con i familiari è stata allestita la camera ardente presso la sala consiliare del municipio di Massa; le esequie saranno celebrate questo pomeriggio (16 settembre), alle ore 16, nella Chiesa di Lavacchio.

 

 

(Visitato 133 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Arte artista gigi guadagnucci massa pietrasanta

ultimo aggiornamento: 16-09-2013


La piccola Anastasia Vairo nella squadra di Claudio Cecchetto a “Io Canto”

Al Pacino, Robert De Niro, Bruce Willis e Dustin Hoffman in Versilia per girare un kolossal hollywoodiano