VIAREGGIO. Si è trasformata in una vera festa di popolo la giornata di celebrazioni per il restauro della “Bimba che aspetta” organizzata domenica scorsa al cimitero comunale dall’Associazione culturale Terra di Viareggio.

Centinaia di persone hanno preso parte alla manifestazione che prevedeva una visita guidata ai tesori storico-artistici del nostro cimitero monumentale condotta da Riccardo Mazzoni, con i viali letteralmente invasi da una folla attenta e appassionata, e l’intenso spettacolo di narrazione di Elisabetta Salvatori ispirato alla storia della più che centenaria bambina di marmo, cara a intere generazioni di viareggini.

Il restauro, perfettamente eseguito da Massimo Moretti, è stato reso possibile da un’efficace concertazione tra Soprintendenza, “Terra di Viareggio”, ASP e gli eredi della famiglia Barsanti, il cui antenato Eugenio, fondatore del Partito Repubblicano viareggino, fu il committente nel 1895 della poetica statua funeraria, scolpita dallo scultore carrarese Ferdinando Marchetti, intorno alla quale si sono cristallizzate nel tempo una serie di interessantissime storie e tradizioni popolari.

(Visitato 163 volte, 1 visite oggi)
TAG:
cimitero comunale la bimba che aspetta restauro Terra di Viareggio

ultimo aggiornamento: 07-10-2013


Il sindaco Betti: “Azionariato popolare per salvare il Viareggio”

Storia dell’arte nelle scuole: petizione online firmata anche da Stella Targetti