MASSAROSA. Finalmente online tutte le dichiarazioni dei redditi e l’elenco delle proprietà di consiglieri e assessori comunali. La scorsa settimana avevamo dato conto di quanti l’avevano già comunicato, e spiccava Stefano Castelli tra i redditi più alti. Ora che però le dichiarazioni sono tutte online il primato di ‘Paperone’ tra consiglieri e assessori comunali di Massarosa se l’aggiudica Carlo Bigongiari.

Per l’esponente del Pdl (noto anche per aver partecipato alle giurie del Carnevale di Viareggio in diverse edizioni)  una dichiarazione di 126.830 euro lordi. Possiede anche una abitazione e un posto auto nel Comune di Camaiore.

Terzo posto tra più ricchi dell’amministrazione Elio Lucania, capogruppo Pd:  115.044 euro  più quote di una società, una casa a Massarosa e tre case in coproprietà a Luciano (Pieve a Elici).

Online tutte le dichiarazioni. Alessandro Chicca ( 21.909 euro più una abitazione a Corsanico), Paolo Benassini ( 24.766 euro e il 50% di 4 appartamenti e tre terreni tra Massarosa e Lucca), Alessandra Gori (15.623 euro e casa a Bozzano, Vittoriano Giannecchini (45.889, casa a Piano del Quercione), Sandro Samueli (113.303 euro), Leonardo Gilardetti (23.706 euro più un terreno agricolo), Lorenzo Ghiara (37.723 euro, alcune azioni, case, uffici e terreni a Bozzano), Franco Simonini (6.255 euro,  quote societarie,  terreni agricoli e due appartamenti), Fabio Francesconi (19.204, quote del suo studio tecnico, casa a Piano del Quercione), Gerardo Angeli (85 mila euro, con uffici, negozi e terreni tra Viareggio e Massarosa), Claudio Marlia (22.164 euro, casa a Viareggio), Luca Morgantini (89.280 euro, casa a Quiesa), Manuel Fruzzetti (3.434 euro, un quarto di una abitazione a Quiesa e un terreno a Massaciuccoli).

Online anche le dichiarazioni della giunta. Adolfo Del Soldato dichiara 42.288 euro (e casa a Quiesa), Mariano Donati dichiara un reddito di 46.974 (e di essere co-propretario di una abitazione a Bozzano con garage annesso e di 4 frutteti a Bozzano) Simona Barsotti (15.199), Stefano Natali (27.371 euro e la prima casa a Quiesa), Damasco Rosi (15.199 euro) e Federico Pierucci (15.199)

(Visitato 255 volte, 1 visite oggi)

Betti ribatte a Rosa Priore: “Per noi gli atti compiuti dal vicesegretario rimangono validi”

Barsanti (Sel): “Con la vendita delle azioni Salt la Provincia riveda il piano delle alienazioni”