L'analisi di Vallesi: "Bene quanto a impegno, ma dobbiamo migliorare negli ultimi 16 metri" - Calcio, Sport, Viareggio Versiliatoday.it

L’analisi di Vallesi: “Bene quanto a impegno, ma dobbiamo migliorare negli ultimi 16 metri”

VIAREGGIO. Ultimamente non porta bene la Toscana all’Ascoli: sconfitta all’ultimo secondo con un rigore contestato a Pisa sette giorni fa, un pareggio a reti bianche oggi che si sarebbe potuto tramutare in vittoria se Vegnaduzzo non avesse sbagliato la mira dal dischetto. Ma Gilberto Vallesi, preparatore dei portieri che oggi sostituiva in panchina l’allenatore Bruno Giordano, cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno.

“Sul piano caratteriale questa squadra ha fallito solamente contro il Lecce: oggi i ragazzi mi sono piaciuti, si sono impegnati come sempre. Dobbiamo migliorare sul gioco, specialmente negli ultimi 16 metri: anche oggi, come domenica scorsa, ci è capitato di avere la possibilità di chiudere la partita sfruttando il contropiede ma abbiamo sempre sbagliato l’ultimo passaggio. Purtroppo ci capita spesso.”

Vallesi scende poi nei dettagli della sfida dello stadio dei Pini: “Nel primo tempo abbiamo faticato sul piano tattico, e abbiamo sofferto in particolare i calci piazzati, dove ci siamo addormentati in un paio di circostanze. Poi siamo cresciuti, e ho avuto la sensazione che potessimo anche vincere. Mi sembra un pareggio giusto. Il rigore? Se l’arbitro lo fischia…”

Infine, un pensiero sulla nuova presidenza targata Nicoletti: “Speriamo che porti un po’ di ottimismo e di fiducia: quando la tifoseria fa pressione manca la tranquillità e i calciatori, di conseguenza, lavorano male. Sono convinto che con più serenità e senza penalizzazioni l’Ascoli si ritroverebbe poco lontano dalla vetta: la differenza tra noi e le squadre di vertice è tutt’altro che abissale.”

(Visitato 86 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 10-11-2013 18:30