Viareggio vivo per un tempo, poi rischia grosso con l'Ascoli. Il digiuno di vittorie prosegue - Calcio, Sport, Top news, Viareggio Versiliatoday.it

Viareggio vivo per un tempo, poi rischia grosso con l’Ascoli. Il digiuno di vittorie prosegue

VIAREGGIO. Fin quando le gambe hanno retto il Viareggio ha giocato bene, creato (e sprecato) palle gol a getto continuo. Poi, quando la fatica si è fatta sentire, l’Ascoli è venuto fuori, ha sbagliato un rigore (generoso) ed ha peccato nell’ultimo passaggio. Il digiuno di vittorie delle zebre prosegue: lo 0-0 dei Pini rispecchia l’andamento di una gara a due facce, dove l’imprecisione sotto porta l’ha fatta da padrona.

Cristiano Lucarelli può essere più che soddisfatto per il primo tempo dei bianconeri, che dimostrano di essere vivaci e propositivi, ma ogni tentativo trova l’opposizione di un provvidenziale Russo. Vannucchi centravanti piace perché offre non poche soluzioni, gli esterni – De Vena e Gerevini – accompagnano la manovra con costanza. Fa rumore l’esclusione iniziale di Pizza, a cui viene preferito Galassi, che però nella ripresa finisce in debito d’ossigeno.

De Vena prova per tre volte nel giro di dieci minuti a portare i suoi in vantaggio, ma il duello personale lo vince sempre il portiere ospite. Decisivo è invece Scicchitano sulla conclusione a botta sicura di Della Latta: un salvataggio sulla linea che vale quanto un gol. Un Viareggio generoso, ma poco cinico, dunque. Non mancano poi le proteste, per un tocco col braccio in area di Scalise (l’arbitro lascia proseguire). Nel finale di tempo Falzerano mette i brividi alla difesa di casa, rubando palla a Lamorte e impegnando Gazzoli, chiamato a respingere in uscita.

L’Ascoli mostra il lato migliore di sé nella ripresa, ma ha la colpa di sprecare l’occasione più nitida possibile: Lamorte entra in contatto in area con Pestrin, Morreale assegna il rigore che però Vegnaduzzo sbaglia, centrando l’incrocio dei pali. Gli ospiti crescono di minuto in minuto, senza però impegnare seriamente Gazzoli. Il Viareggio non ne ha più e porta in fondo uno 0-0 che non smuove la classifica, ma che lascia a Lucarelli qualche motivo in più per sorridere.

VIAREGGIO-ASCOLI 0-0

VIAREGGIO (4-3-3): Gazzoli; Peverelli, Lamorte, Conson, Falasco (23′ st Marongiu); Galassi, Gemignani (15′ st Rosafio), Della Latta (31′ st Pizza); De Vena, Vannucchi, Gerevini. (Montenegro, Mancini, Fabiani, Pirone). All. Lucarelli.

ASCOLI (4-2-3-1): Russo; Scalise, Schiavino, Scognamillo, Giacomini; Capece (34′ st Di Gennaro), Pestrin; Tripoli, Scicchitano (11′ st Gandelli), Falzerano; Vegnaduzzo (27′ st Gragnoli). (Pazzagli, Massei, Grilli, Storani). All. Vallesi.

Arbitro: Morreale di Roma 1 (Pizzigalli di Pesaro e Fusco di Torino).

Note: 600 spettatori circa. Ammoniti Falasco, Gemignani, Gazzoli, Della Latta, Gerevini (Viareggio). Angoli 9-3. Recuperi 1′ pt, 3′ st.

Leggi anche:
Le pagelle di Viareggio-Ascoli
L’intervista a Cristiano Lucarelli
L’intervista a Gianmarco Gerevini
L’intervista a Daniel Gemignani
L’intervista a Fabio Lamorte
L’intervista ad Andrea Peverelli
L’intervista a Gilberto Vallesi
L’intervista a Costantino Nicoletti
L’intervista a Manuel Scalise

Guarda anche:
La fotogallery di Viareggio-Ascoli
Il video di Viareggio-Ascoli

(Visitato 30 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 10-11-2013 17:29