VIAREGGIO. È una lettera amara, di rabbia e delusione quella scritta dagli assessori “silurati” nella rivoluzione interna alla giunta portata avanti dal Sindaco Betti.  Gloria Puccetti, Laura Servetti e Alessandro Augier si rivolgono al primo cittadino mostrando una ferita aperta, che fa male e brucia non tanto sul fronte politico quanto su quello “umano, del rapporto e dell’amicizia”.

“Abbiamo creduto nella squadra, negli intenti e nelle persone – scrivono i tre ormai ex – abbiamo creduto in te. Questa la nostra colpa. Ma siamo sicuramente degli ingenui”.

Non hanno peli sulla lingua Puccetti, Servetti e Augier e ci tengono ad entrare nel merito  delle questioni  sollevate dal sindaco Betti nel giustificare la sua intenzione di sostituire i tre assessori in giunta.

“Abbiamo lavorato con passione e dedizioni alle nostre deleghe, ti abbiamo sempre informato di ogni più piccola decisione, abbiamo sempre e soltanto fatto riferimento a te per cui è FALSO che ci sia stata una fronda, non, almeno da parte nostra. Ci risulta semmai che tu ed altri vi siete riuniti a nostra insaputa, avete fatto le scelte, le avete comunicate a terzi e alla stampa e noi lo abbiamo appreso dai giornalisti  mentre i giornali erano già in stampa”.

E ancora. “Abbiamo lavorato nella direzione del cambiamento seguendo il programma elettorale della coalizione. Abbiamo cominciato a lavorare nella direzione di un nuovo assetto all’interno del Comune (macrostruttura) su tua precisa indicazione. Abbiamo lavorato sul fronte del Turismo e delle attività produttive impostando tutta una serie di azioni che con le tue recenti decisioni saranno completamente azzerate con grave danno dell’economia della città. Abbiamo avviato una revisione sostanziale dei rapporti con Sea Risorse e Ambiente per migliore la gravissima situazione dei rifiuti, della raccolta differenziata e delle tariffe esose richieste alla cittadinanza.  Abbiamo visionato il contratto con la Mover nell’ottica soprattutto di migliorare la viabilità ciclabile e del risparmio dell’utente. Una serie di azioni che vengono annullate e ci chiediamo per quale motivo, su quali pressioni, e a favore di chi. Di certo a danno della città”.

Una decisione, quella di Leonardo Betti, arrivata improvvisamente e presa alle spalle degli interessati, fino a qualche ora fa certi di mantenere salda la propria postazione in Consiglio Comunale.

“ Non c’è mai stata da parte tua un cenno a problemi da risolvere o a questioni da chiarire. Tutto è avvenuto alle nostre spalle e tuttora senza spiegazioni. Forse perché le cose non sono affatto chiare e trasparenti come cerchi di far credere”.

Puccetti, Servetti e Augier ci tengono a voler chiarire la vicenda, svelando anche le indiscrezioni più nascoste che si celano dietro a questa decisione.

“Poiché invece noi vogliamo essere chiari e trasparenti come sempre siamo stati, ti annunciamo che nei prossimi giorni indiremo una conferenza stampa in cui racconteremo ai cittadini di Viareggio tutti i retroscena di questa amara vicenda. Amara per noi ma soprattutto per Viareggio che ancora una volta si trova ad avere davanti tutti i suoi enormi problemi e una classe dirigente che si occupa solo di poltrone”.

 

 

 

(Visitato 138 volte, 1 visite oggi)

Rivoluzione nella giunta Betti, il sindaco manda via Augier, Servetti e Puccetti

Fuori dalla giunta Puccetti, Servetti e Augier. “Se vanno via anche gli altri fanno solo il bene di Viareggio”