VIAREGGIO. Dopo le dimissioni dello scorso gennaio rassegnate da Roberto Rossetti, la giunta comunale guidata da Leonardo Betti va incontro a un altro cambiamento.

E che cambiamento: lasciano il loro assessorato Laura Servetti (personale e lavori pubblici), Alessandro Augier (attività produttive, turismo e porto) e il vicesindaco Gloria Puccetti, che ha tra le proprie deleghe ambiente, mobilità sociale e sicurezza sul lavoro. La differenza, rispetto a Rossetti, è che non escono per loro volontà: è stato il sindaco Betti a decidere di sollevarli dal loro incarico. E i tre “silurati” non la prendono affatto bene (leggi la loro lettera)

A rischio anche la delega allo sport per l’assessore Alessandro Caprili: per la sua successione si parla dei capigruppo Beppe Vannucchi (Viva Viareggio Viva), dg dell’Esperia Viareggio, e di Andrea Strambi (Pd), presidente dell’Uisp Versilia. Resta da capire se chi prenderà la sua delega entrerà in giunta, lasciando così un seggio vacante in consiglio comunale, o se invece conserverà il suo scranno in sala consiliare.

Non è tutto. Rossella Martina, consigliere comunale d’opposizione e capogruppo della lista civica ‘Viareggio tornerà bellissima’, scrive sul suo gruppo Facebook “Viareggio era una città bellissima”: “Il sindaco Betti vuole tornare indietro sulla macrostruttura e ridare tutto il potere di fare, disfare e spendere ai super-dirigenti tanto criticati in campagna elettorale.

“Pur di rimangiarsi quanto fatto fino a oggi con la nuova macrostruttura, è pronto a sacrificare mezza giunta, come da noi anticipato, nel post sul rimpasto. Un’anticipazione che nessuno ha smentito e che sembra abbia rotto parecchie uova nel panierino del sindaco.”

E ancora: “Il sindaco aveva dato mandato all’assessore Servetti di pensare una macrostruttura del Comune che togliesse ai super-dirigenti l’eccesso di potere e di spesa. Servetti, peraltro con l’appoggio del vicesindaco Puccetti e dell’assessore al Bilancio Caprili, l’ha fatto, e da subito sono cominciate le pressioni di tutti quelli che con la nuova struttura andavano a rimetterci. Pressioni forti, a cui evidentemente il sindaco non saprebbe far fronte tanto che proprio in queste ore sta facendo di tutto per tornare indietro e ridare ai super-dirigenti – a uno in particolare – il potere che hanno sempre avuto a Viareggio negli ultimi venti anni.

“Tanta è la paura del sindaco (ma di cosa?) che pur di tornare indietro è pronto a tradire e sacrificare mezza giunta: è pronto perfino a fare la figura di quello che ha sbagliato tutto fino a questo momento. Al contrario, è opinione condivisa che la riduzione del potere del super-dirigente sia l’unica cosa concreta e coraggiosa fatta finora dalla nuova amministrazione. Ma i poteri forti evidentemente sono più forti dell’opinione pubblica.

“Che brutta storia. Confido nell’orgoglio e nella dignità di chi al canto del gallo verrà tradito.”

(Ultimo aggiornamento ore 13:24)

Leggi anche:
Si dimette l’assessore al bilancio Alessandro Caprili
L’intervento di Rossella Martina (Viareggio tornerà bellissima)
L’intervento di Sinistra Critica
L’intervento del circolo Caracol
L’intervento di Forza Italia
L’intervento di Massimiliano Baldini (Movimento dei Cittadini)
L’intervento dei Liberali

(Visitato 531 volte, 1 visite oggi)

“I problemi dell’emergenza abitativa non si risolvono creando altri problemi”

La lettera degli assessori “silurati” a Betti. “La nostra colpa è aver creduto in te. Viareggio deve sapere tutti i retroscena”