OPORTO. Sette gol incassati in 25 minuti: basta questo dato, nudo e crudo, per descrivere la disfatta del Cgc Viareggio in casa del Porto (10-2) nella penultima giornata di Eurolega. Una sconfitta che ai bianconeri fa male giusto giusto nell’orgoglio, perché la squadra allenata da Massimo Mariotti era già matematicamente eliminata e dunque non aveva nulla da chiedere in questa ultima trasferta europea. Meglio concentrarsi su campionato e Coppa Italia.

Certo è che, specie nel primo tempo, un po’ più di cattiveria agonistica non sarebbe guastata: Hélder Nunes impiega un minuto per portare i lusitani subito in vantaggio, Caio lo emula poco dopo e lo stesso Hélder Nunes mette a segno la sua personale doppietta così come Jorge Silva. Al quarto d’ora si sblocca anche il Cgc con Alessandro Bertolucci – che poi fallisce un rigore – ma prima dell’intervallo i bianconeri concedono ancora una rete a testa a Nunes e Silva e, proprio allo scadere, a Pedro Moreira.

Nella ripresa accorcia le distanze Montigel, ma i portoghesi hanno ancora fame di gol e colpiscono nuovamente con Caio e con Barreiros, autore di una doppietta. Il Porto festeggia così il quinto successo in altrettante gare di Eurolega e attende il Barcellona per conservare il primo posto nel girone, il Cgc fa un passo indietro rispetto alla gara in Catalogna e spera adesso di recuperare qualche punto in campionato.

(Visitato 16 volte, 1 visite oggi)
TAG:
CGC Viareggio eurolega fc porto hockey su pista portogallo viareggio

ultimo aggiornamento: 09-02-2014


Mungo: “Poco concentrati quando c’è da concludere. Se abbiamo perso è colpa di tutti”

Lucarelli: “Se i nostri giovani non cambiano mentalità non avranno futuro”